fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Uomo bruciato vivo a Riesi, in prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro

ciccia-romito
Il volto dell’aggressore, Ciccia Romito Vito Emanuel

Un tentato omicidio ha avuto luogo a Riesi, Caltanissetta, in danno di un uomo di origini rumene di anni 41 al quale, Ciccia Romito Vito Emanuel pastore 20enne, ha dato fuoco, all’intero di piazza Garibaldi, all’angolo con via Vittorio Emanuele, cospargendolo di liquido infiammabile nella notte dello scorso 28 agosto.

Il colpevole, individuato dalle telecamere di videosorveglianza è stato subito preso, tradotto in caserma e dichiarato in stato di arresto ritenendo sussistenti gravi indizi di colpevolezza sullo stesso.

I motivi dell’aggressione sono tuttora al vaglio degli investigatori. L’arrestato è stato dunque associato presso la Casa Circondariale di Caltanissetta a disposizione dell’autorità giudiziaria.

La vittima sulla quale sono state riscontrate diverse ustioni, trasportata in un primo momento dall’ambulanza presso l’Ospedale di Mazzarino, è stata poi trasportato in gravissime condizioni presso l’ospedale Cannizzaro di Catania.

L’uomo, che ha riportato ustioni di secondo e terzo grado sul 30% del corpo, in particolare su viso, collo, dorso, arti superiori e coscia destra, si trova adesso ricoverato, nel reparto di terapia intensiva del Centro Grandi Ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania, dove ha già ricevuto i primi trattamenti.

Date le condizioni critiche del paziente, come sottolineato dal direttore dell’Unità Operativa dott. Rosario Ranno, la prognosi resta riservata.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button