fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Cane impiccato a Canicattì: in Sicilia un caso ogni tre giorni

Cosa sta succedendo in Sicilia?

Dopo la strage di cani a San Filippo del Mela (articolo Strage di cani a San Filippo del Mela) e quella a Santa Venerina (Strage di cani a Santa Venerina) nonchè gli avvelenamenti di cani avvenuti ad Adrano e Biancavilla (articolo Biancavilla: cane avvelenato a Piazza Sgriccio) un altro episodio di violenza sui cani è avvenuto ieri a Canicattì.

Se la strage a San Filippo del Mela era avvenuta l’8 dicembre l’impiccagione del cane di Canicattì è avvenuta il 23 dicembre: in quindici giorni, dunque, ci sono stati almeno 5 episodi di violenza efferata sugli animali: dagli avvelenamenti alle uccisioni a colpi di fucili fino ad arrivare alle impiccagioni. Un crescendo di violenza che ha dell’inaudito.

Sono tanti i commenti apparsi su facebook su questo episodio di violenza.

Salvatore scrive un post che ha ottenuto oltre 332 condivisioni.

Un altro povero ANGELO vittima di cattiveria, ignoranza e di menti cavernicole e primitive. Canicattì…SCHIFO SCHIFO SCHIFO! Campagnoli bastardi rimasti ancora all’età della pietra che risolvono così il “problema”:
VERGOGNA.
VERGOGNA.
VERGOGNA.
VERGOGNA

In tanti commentano però una cosa è certa: quando ci sono di mezzo i cani quasi mai si trovano i colpevoli.

I motivi possono essere tanti, dall’omertà alla scarsa sensibilità sul tema, anche se va detto che spesso tali episodi di violenza avvengono in campagne, dunque in zone prive di videosorveglianza.

Per fortuna però ci sono le fotocamere dei tanti che mettono queste foto sui social: immagini che servono a sensibilizzare chi una sensibilità non la possiede.

Purtroppo però anche la giustizia raramente si schiera a favore dei cani: oggi ad esempio sono stati assolti due allevatori che presero a calci, a bastonate e poi a colpi di pietra un cane nel bresciano.

Ma anche la Cassazione risulta poco sensibile al tema: una recente sentenza ha dichiarato ammissibile il sequestro preventivo dei cani poiché i cani sono considerabili “cose”, dunque oggetti che possono essere sequestrati preventivamente.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker