fbpx
Politica

Accorpamento Camere di Commercio, le associazioni: “Si concluda l’attività ispettiva”

Catania –  Le associazioni di categoria lanciano un appello al Governo regionale perchè blocchi l’insediamento dei consigli camerali finchè non si sia conclusa l’attività ispettiva.

“La nomina del dott. Di Natale alla guida del collegio che dovrà effettuare “la supervisione delle procedure ordinate alla correttezza delle operazioni elettorali e la legittima costituzione della Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Catania, Ragusa e Siracusa della Sicilia Orientale”, rappresenta la chiara evidenza delle gravi problematiche che si sono manifestate nel processo di accorpamento delle tre Camere di Commercio. Non si ha infatti notizia di analogo provvedimento in nessuno dei processi di rinnovo o di accorpamento delle Camere di Commercio in Italia o in Sicilia. Ed infatti a tale scelta l’assessore Lo Bello è stata costretta su esplicita indicazione del Presidente della Regione, dalle precise e dettagliate denunce e diffide da noi presentate e fin qui pervicacemente ignorate dall’Assessorato.

Pertanto, alla luce di tale scenario, per il danno che ne deriverebbe a seguito del consolidamento sotto il profilo amministrativo di una situazione chiaramente viziata da gravissime irregolarità, diffidiamo il governo regionale a procedere con gli atti di insediamento dei consigli fin quando non sarà conclusa l’attività di verifica affidata al neo costituito collegio preannunciando che, viceversa, procederemo a tutela dei nostri diritti in sede civile, penale e amministrativa.

Tale sospensione sarebbe del resto auspicabile anche per il dovuto rispetto del lavoro del Collegio, altrimenti inutilmente costituito, tenuto conto che ad esso è attribuita la “…finalità di supportare sul piano tecnico-giuridico, con terzietà ed imparzialità, l’Ufficio del responsabile del relativo procedimento, incardinato presso l’Assessorato regionale delle attività produttive, nell’attività di riesame delle procedure avviate e degli atti medio tempore adottati …. al fine di valutare i dovuti percorsi risolutivi e la consequenziale predisposizione dei provvedimenti espressione dei poteri di conferma o di autotutela ritenuti più opportuni, ed eventualmente sollecitando le dovute segnalazioni alle Autorità competenti”.

Rivolgiamo inoltre fin d’ora al dott. Di Natale la richiesta di essere auditi dal collegio al quale siamo pronti a consegnare tutta la documentazione in nostro possesso già consegnata alla Procura della Repubblica”.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button