fbpx
CronacheNews

Caltagirone, complici di uno scippo: arrestati due giovanissimi

Ieri sera, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Caltagirone hanno eseguito due Ordinanze di Custodia Cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Caltagirone, nei confronti di due giovani Grammichelesi, il 18enne RICCIARDI Michel (già ai domiciliari per altro reato) e il 21enne DI STEFANO Frenk (già detenuto in carcere per altra causa), per i reati di rapina aggravata in concorso e lesioni personali aggravate in concorso.
Nella mattinata del 29 giugno scorso, lungo l’affollato viale Mario Milazzo di Caltagirone, due cittadini rumeni avevano strappato una collanina in oro dal collo di un passante per poi darsi ad un precipitosa fuga a piedi nelle vie limitrofe.

Nella circostanza, l’immediato intervento di una pattuglia dei carabinieri permetteva di arrestare in flagranza uno dei rapinatori ed avviare i primi approfondimenti investigativi attraverso i quali si giungeva, nella stessa serata, al rintraccio nel comune di Grammichele e fermo d’indiziato di delitto del correo. Le indagini sono poi proseguite attraverso l’acquisizione ed analisi dei filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali posti nelle vicinanze del luogo di consumazione del reato e lungo il percorso di fuga dei malviventi. Ciò permetteva di accertare come i due cittadini rumeni non fossero soli quella mattina.

Questi ultimi, infatti, erano stati accompagnati in macchina da Grammichele a Caltagirone dagli odierni arrestati, i quali avevano stazionato a poche decine di metri per osservare i movimenti dei correi, e fornire loro informazioni e indicazioni. I due italiani avrebbero poi dovuto recuperare i due cittadini rumeni subito dopo la commissione del reato permettendo loro di allontanarsi velocemente dal luogo dei fatti a bordo della loro vettura. Il 18enne è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button