fbpx
Sport

Calcio Catania, è l’inizio di un caldo inverno

Cosa c’è di più bello del mitico Massimino? Per noi tifosi storici la prima partita di campionato giocata in casa ha un valore tutto suo , come hanno valore i primi minuti di gioco per capire come funziona il gruppo.

Anche se per la prima mezz’ora di gioco ho temuto il peggio visto che i ragazzi in campo erano visibilmente confusi, probabilmente perché noi tifosi speranzosi da non deludere, costituivamo un peso psicologico non indifferente. Ma hanno superato l’handicap brillantemente .Sotto di una rete hanno fatto quello che ognuno di noi sperava: non farsi intimorire dall’ostacolo, superarlo e concludere il primo tempo almeno in parità. Francamente l’intervallo ha contribuito ad aumentare la mia ansia. Più mi confrontavamo con i miei colleghi” tifosi” e più riaffioravano i fantasmi delle scorse stagioni .

Finalmente comincia il secondo tempo …. Bravo mister … Hai dimostrato di saper fare il tuo lavoro, i ragazzi entrano in campo carichi. Mi sembrano anche più possenti, si vede che non temono l’avversario, a questo punto sprofondo sulla mia sedia a rotelle pronto a godermi il gioco. E ho fatto bene, il gioco scorre fluido, quasi tutti i passaggi sono precisi, noi tifosi rendiamo loro merito, i cori risuonano incessantemente , nell’aria c’è odore di gol , nei pensieri la certezza che è possibile, nei cuori l’emozione della fattibile vittoria .

I minuti scorrono ininterrottamente , spero e temo, ma l’ottimismo ha la meglio. Vedo i ragazzi proiettati verso la vittoria e non mi deludono. Al 52’Paolucci si trova nel posto giusto al momento giusto 2 a 1, la Juve Stabia cerca la rimonta , ma forse, convinti di avere la vittoria in tasca, non riescono a trovare la forza di ribattere , il gol di Di Cecco al 95’ è la ciliegina sulla torta , spero che il 3 a1 sia l’inizio di un caldo inverno.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button