fbpx
Sport

Calcio a 5, Acireale tricolore. Scudetto per la squadra Allievi

L’Acireale non finisce mai. Tira il cuore, e anche qualche pallone, oltre l’ostacolo, anche quando sembra che sia tutto finito, continua a crederci. Merito a mister Giuffrida, ai suoi ragazzi, e allo staff dirigenziale con in testa il responsabile del settore Ugo Petrina, che dopo esserci andato vicino nelle ultime due stagioni, alla fine centra un clamoroso titolo nazionale con il quintetto Allievi, segno di un movimento, quello del futsal acese, in continua crescita.

Però la partita non si era messa proprio bene per i ragazzotti in granata, che già dopo 3′ andavano sotto contro i campioni uscenti del Napoli. Dormita della difesa acese con Molaro che ruba palla e va tutto solo a battere Fichera. L’Acireale sente il colpo e sbanda: il Napoli ne approfitta e raddoppia, grazie ad Aiello che dalla media distanza piazza una scoppola sotto la traversa di Fichera. Il primo tempo si chiude con i campioni uscenti avanti di due, e con il profumo del secondo scudetto consecutivo già sotto il naso. Profumo che diventa ancora più forte al minuto 13 della ripresa, quando al termine di una perfetta triangolazione tra Aiello, Cretella e Molaro, quest’ultimo si ritrova a tu per tu con Fichera e lo supera per la terza volta. Zero a tre.

Sembra finita, ma il Napoli non ha fatto i conti con il grande cuore granata. Gli acesi hanno il merito di crederci ancora, il Napoli forse di considerare già chiusa la partita. Mister Giuffrida tenta la mossa disperata del portiere “volante”, e il campo premia il suo coraggio: al 15′ su un pallone messo in mezzo da Russo, Cretella tocca sciaguratamente nella propria porta. Il cronometro è nemico dei granata, che però, galvanizzati dal goal dell’1-3 si ribaltano in avanti, contro un Napoli improvvisamente intimidito. A 2′ dal fischio finale Belfiore innesca Musumeci che supera Bellobuono e fa 2-3. Ormai la conta si fa sui secondi: Bellobuono evita una prima volta il 3-3 con un doppio intervento, e una terza volta sulla botta di Lo Cicero quando mancano 29 secondi alla fine:questa volta, però, sulla respinta è ancora Lo Cicero a recuperare la palla e a scaraventarla in rete, trascinando Acireale e Napoli ai supplementari.

Ma nei supplementari il Napoli scende in campo con le ginocchia molli e dopo 3′ Musumeci firma la sua doppietta personale e la rete del sorpasso. L’inerzia della gara cambia, Napoli si riversa in attacco alla ricerca del pari, ma ormai la lucidità è andata a farsi benedire e i granata si difendono con ordine senza fronzoli. E con i partenopei tutti all’attacco alla disperata ricerca del pari, con tanto di portiere “volante”, nel finale è Nicolosi a rubare palla, ad attraversare tutto il campo e a depositare nella porta sguarnita la palla che chiude il discorso, e che vale il tricolore.

ACIREALE-NAPOLI 5-3 d.t.s
(4-3 p.t.s., 3-3 s.t., 0-2 p.t.)

ACIREALE: Fichera, Silvestri, Lo Cicero, Nicolosi, Musumeci, Corvaia, Said, Grasso, Toledo, Belfiore, Brischetto, Russo. All. Giuffrida
NAPOLI: Bellobuono, Rocha, Molaro, Cretella, Aiello, Oranges, Sammarco, Avolio, Casizzone, Mandato, Cacciapuoti,Russo. All. Nitti
MARCATORI: 2’09” p.t. Molaro (N), 11’07” Aiello (N), 12’11” s.t. Molaro (N), 14’59” aut. Cretella (N), 17’56” Musumeci (A), 19’31” Lo Cicero (A), 3’13” p.t.s. Musumeci (A), 4’59” s.t.s. Nicolosi (A)
AMMONITI: Molaro (N), Aiello (N), Nicolosi (A), Toledo (A), Casizzone (N)
ARBITRI: Stefania Candria (Teramo), Luca Di Battista (Avezzano) CRONO: Arturo Dorsogna (Teramo)

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker