fbpx
NeraPrimo Piano

Calci e pugni tra mamme per le foto. Rissa alla recita di Natale a Gela

Da teatro a ring per qualche scatto. Ad Albani Roccella due mamme hanno dato il via ad una rissa durante la recita di Natale a scuola.

Finita ancor prima di cominciare la recita di Natale in una scuola elementare di Albani Roccella a Gela a causa di una rissa tra mamme.

Ad Albani Roccella due mamme volevano stare in prima fila per scattare le foto ai loro figli, durante la recita di Natale ed è subito rissa.

In un clima di festa e allegria, che non ha sedato gli animi, le due mamme hanno dato il via ad uno spettacolo indecoroso e non appropriato. Mentre i bambini, vestiti da angioletti, si preparavano ad intonare i canti natalizi, le mamme erano sul posto di partenza per immortalare l’evento. Proprio la scelta del posto di migliore visibilità per scattare foto e riprendere i propri pargoli, è stato la scintilla della rissa.

Lo scontro tra le due donne, a pugni, calci e schiaffi, ha coinvolto anche alcuni loro familiari e parenti inducendo le altre mamme a prendere i propri figli ed allontanarsi in tutta fretta dalla gremita sala teatrale trasformata in ring.

Qualcuno tra i presenti ha richiesto l’intervento della polizia. Sul posto sono arrivate due volanti che hanno identificato gli autori della rissa, due donne e due uomini, che hanno riportato graffi e contusioni.

I sospettati sono attualmente in commissariato dove sono stati identificati e deferiti alla magistratura e saranno interrogati nelle prossime ore. Alcuni dei video girati dalle mamme lì presenti, sono stati acquisiti agli atti delle indagini per identificare altri eventuali partecipanti alla rissa.

Lo spettacolo dei bambini è finito con un fuggi-fuggi generale, il panico ha fatto riaffiorare i fatti di Ancona.

Tuttavia potrebbero esserci degli strascichi giudiziari per i protagonisti della rissa. “Se ci sarà un processo – ha detto la preside dell’Istituto, Rosalba Marchisciana – io mi costituirò parte civile. Il rischio è che episodi del genere demoliscano il lavoro costante e complesso che questa scuola fa“.

Un luogo di educazione e cultura è stato trasformato in un luogo di aggressività da coloro che dovrebbero, in primis, insegnare il senso civico e la cortesia.

fonte video lasicilia.it

 

M.C.
E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button