fbpx
NeraPrimo Piano

Calci e pugni alla schiena della moglie, arrestato 29enne

Picchiava regolarmente la moglie, arrivando a colpirla con violenza con calci e pugni alla schiena. 

È successo a Biancavilla. La Procura Distrettuale della Repubblica, ha disposto gli arresti domiciliari per P.D., di anni 29. L’uomo è indagato per i reati di maltrattamenti contro familiari e lesioni personali aggravate, commessi in danno della moglie 25enne. La poveretta pativa i comportamenti violenti del marito dal lontano 2009, quando la donna aveva appena 15 anni. L’uomo picchiava la moglie con schiaffi, pugni e calci, anche alla presenza dei due figli di 4 e 9 anni. Quando la vittima si trovava in stato di gravidanza, inoltre, la posizione di prevaricante supremazia dell’uomo non si è fermata.

La donna, definita più volte dal 29enne come “pazza, scema, mongola!”, per tenere unita la famiglia lo aveva sempre perdonato. I comportamenti del marito scaturivano da un’immotivata gelosia, come dimostra l’episodio del 3 aprile scorso. I due coniugi si erano recati a prendere il figlio a scuola quando la donna aveva ricevuto un messaggio da una amica non ben vista dal marito. Una volta arrivati a casa, dopo un’aggressione verbale, l’uomo aveva afferrato la 25enne dai capelli per poi colpirla con calci e pugni alla schiena. La povera donna, insieme al figlio e ai genitori, a causa del forte dolore si è recata in ospedale. Qui i medici le hanno diagnosticato “un trauma cranico minore e dei traumi contusivi alle zone dorso-lombare”.

Temendo per la propria incolumità ma soprattutto per quella dei figli, la vittima ha trovato la forza ed il coraggio di denunciare il marito ai carabinieri, così da consentire agli investigatori di comporre un quadro indiziario a carico dell’indagato che non ha lasciato alcun dubbio al giudice il quale, accogliendo la richiesta del magistrato titolare dell’indagine, ha emesso la misura restrittiva.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker