fbpx
BeautyBenessereLifeStyleNews in evidenza

Caduta dei capelli. Cause e rimedi

Ottobre il mese che da il benvenuto all’ autunno, i colori della natura iniziano a cambiare, le giornate si accorciano, l’aria si rinfresca, cadono le prime foglie dagli alberi e iniziano a cadere anche i capelli, purtroppo. E subito la domanda che fa eco fra i pensieri è «E adesso cosa faccio?». La verità è che i motivi possono essere molteplici e possono essere anche legati a come sono stati trattati i capelli durante l’ estate, se si tratta di passeggera caduta autunnale. Infatti è appurato che i capelli possono cadere per due motivi fondamentali: il primo è fisiologico ovvero un picco di caduta stagionale che si verifica sia in primavera che in autunno, è un rinnovo ciclico, ed è passeggero perché stagionale; mentre il secondo invece è dovuto ad alcuni comportamenti sbagliati, come un’ eccessiva esposizione al sole della chioma nei mesi estivi, per esempio nelle persone che mostrano già un diradamento questo provoca una maggiore caduta dei capelli. Per ovviare al problema esistono dei solari specifici per i capelli e sono molto utili anche capelli, banane, fasce, tutto in funzione della protezione dei capelli. Questo accade perché le radiazioni ultraviolette determinano un’infiammazione del cuoio capelluto, i follicoli piliferi soffrono e l’effetto di questo “trauma” si manifesta dopo due o tre mesi, cioè nei mesi autunnali.  Ma è anche stato riscontrato che spesso le donne prima dell’estate si sottopongono alla famigerata dieta della “prova costume”. Ne consegue che la perdita rapida di peso può indurre la caduta dei capelli, ancora di più in questo caso gli integratori alimentari che contengono aminoacidi e vitamine aiutano la ripresa del ciclo di crescita dei follicoli così come l’applicazione di lozioni cosmetiche. In particolare il deficit vitaminico può essere compensato dall’aumento della vitamina B12 e il ferro, chi ne è carente infatti tende a perdere, ancor di più, capelli. L’azione della coppia shampoo e balsamo è quella di dare ai capelli una maggiore lucentezza, pulire la pelle del cuoio capelluto e il fusto. Nello specifico il balsamo va proprio a idratare e a districare i capelli proprio perché apporta materiale oleoso e idratante al fusto. Nessuno dei due però va ad agire alla radice dei capelli, cosa che invece fanno gli integratori e le lozioni cosmetiche andando ad agire nel profondo.

 C’è comunque differenza tra una perdita stagionale e una caduta patologica, dipende tutto dal numero di capelli che notiamo cadere ogni giorno. Anche semplicemente passando le mani tra i capelli ci si può accorgere che la caduta è più del normale, anche se di fatto sono circa 100 i capelli persi ogni giorno, sembrano tanti ma non è così. Inoltre si deve porre attenzione anche alla durata della caduta: la caduta autunnale dura 1-2 mesi, poi si ferma, mente una caduta patologica perdura nel tempo. Quindi sono sia la quantità di capelli persi ogni giorno che la durata della caduta che identificano l’evento patologico. Comunque è anche vero che ci sono altri fattori da tenere in considerazione, altri motivi che causano la caduta massiva dei capelli, dallo stress al calore rovente delle piastre, fino allo strofinamento post lavaggio.

Sempre più la categoria dei dermatologi e dei parrucchieri hanno sfatato il mito secondo cui lavare troppo spesso i capelli li danneggia, lavarli di meno non è la soluzione, bensì  fare attenzione alla quantità di prodotti utilizzati, shampoo e balsamo su tutti, e alla frequenza con la quale vengono a contatto con il cuoio capelluto. I capelli si possono lavare anche due tre volte alla settimana e se si lavano anche di più non è male, ricordandosi di alternare le maschere e le creme, e i prodotti abituali per la detersine, meglio prediligere prodotti che rinforzano, prodotti specifici per lavaggi frequenti con textur leggere e delicate, per detergere e garantire luminosità, freschezza e lucentezza. Ulteriore accortezza nello spazzolare i capelli da asciutti e non da bagnati perché si spezzano più facilmente. Lo stesso vale per le tinture, cambiarle troppo spesso forzano il capello e lo stressano notevolmente.

Attenzione al come si portano i capelli: code, chignon, capelli raccolti in generale con elastici troppo stretti. Sembrerà irrilevante ma non c’è nulla di più stressante per i capelli che raccoglierli per ore in una “posizione” per loro innaturale, come le code, gli chignon e i raccolti complessi in generale, che di certo li stressato e li spezzano, fino a farli anche cadere. Se evitarlo è praticamente impossibile, almeno alternatelo. D’altro canto anche l’utilizzo frequente di piastre calde è dannoso, è bene ricordarsi di abbassare le temperature. Fortunatamente le piastre di ultima generazione hanno una tecnologia più sensibile che si autoregola in base alla struttura del capello. In ogni caso per capelli più lisci, più mossi, meno mossi, ci affidiamo alle piastre non prima di avere asciugato la chioma sotto l’alito rovente del phon a potenza massima, lasciando spesso le tracce più evidenti, ovvero punte vuote, bruciate, rovinatissime.  Non solo, oltre a rovinare le lunghezze, stressano il capello che si indebolisce e, inevitabilmente, cadono. Bisogna ridimensionare l’utilizzo della fonti di calore e iniziare a proteggere la chioma. Molti sottovalutano che anche asciugare i capelli in un telo di cotone può danneggiarli, troppo spesso sono raccolti in turbanti comodi e scenografici, ma meglio evitarli, o se propio non potere farne a meno meglio raccogliere i capelli bagnati in un asciugamano in microfibra, da preferire a quello in cotone. Ma se continuate a strofinare troppo energicamente la cute il  risultato non sarà per nulla  positivo. Il rimedio è  quello di ricostruire il capello per ridare struttura e solidità al capello con un trattamento di ricostruzione della fibra nella sua interezza da fare a casa, ancora più efficace dal parrucchiere di fiducia.

Su tutti lo stress è una delle causa più comune con conseguenza altrettanto fastidiosa di perdita di capelli. Lo stress eccessivo, accumulato, costante, si manifesta nella versione più strong proprio sul corpo, spesso sulla pelle e altrettanto frequentemente anche sulla cute. Causando forte indebolimento del follicolo e conseguente perdita massiva dei capelli visibile anche qualche mese dopo il forte periodo di stress. In aiuto fiale, integratori, prodotti topici. Ma anche il massaggio aiuta in due modi: facilita la vascolarizzazione del cuoio capelluto e rende più efficace l’applicazione della lozione; e il secondo riguarda invece la forte azione antistress che ha questo tipo di massaggio, rilassando corpo e mente. A volte anche i medicinali e il loro utilizzo più o meno necessario, dalle pillole per la pressione sanguigna agli antidepressivi, passando per terapie ben più serie, incidono notevolmente sulla vitalità del capello. La stessa gravidanza può provocare la caduta di capelli può manifestarsi circa tre mesi dopo il termine della gravidanza, una caduta non immediata. La causa? Gli ormoni. Niente panico, ricresceranno poi ancor più folti e sani.

In estrema sintesi non fate dieta drastiche, seguite un’ alimentazione equilibrata sana e regolare, evitate le decolorazioni e le permanenti, tagliate le doppie punte e usate delle maschere nutrienti, limitate l’uso della piastra e fate attenzione all’uso del phon troppo caldo.

Tags
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.