fbpx
CronachePrimo Piano

Buco nero alla Regione: oltre un milione di euro da recuperare entro il 2019

On. Fava: «Oggi la Corte dei Conti mette definitivamente fine alle favole raccontante dal Governo Musumeci»

La Corte dei Conti ha certificato un buco di oltre un milione di euro nel rendiconto della Regione Sicilia per il 2018. In sintesi, l’Ente non potrà raggiungere neanche gli obiettivi minimi che si era imposto con la legge di stabilità. Il deputato regionale Claudio Fava non rivolge parole dolci al Governo Musumeci dopo la sentenza della Corte dei Conti.

«Oltre un miliardo da recuperare in un triennio, un altro miliardo da recuperare entro il 2019 o al massimo entro la fine della legislatura. Anomalie nella gestione dei documenti finanziari, obiettivi di risanamento completamente mancati, buco nero dei conti delle società partecipate, criticità estreme nella situazione dei liberi consorzi. Oggi la Corte dei Conti mette definitivamente fine alle favole raccontante dal Governo Musumeci», dichira l’on. Claudio Fava. «Quello che più imbarazza è la certezza che questo Governo non ha soluzioni e idee. Privo della necessaria autorevolezza e forza parlamentare per affrontare seriamente l’emergenza finanziaria».

«La necessità di recuperare, nel complesso, oltre due miliardi produrrà, in mancanza di interventi urgenti, un devastante effetto a catena soprattutto sulle fasce più deboli della nostra regione. Una situazione drammatica – conclude Fava – che non ha nulla a che vedere con la finta tranquillità ostentata in questi mesi dalla giunta e dal presidente Musumeci».

La replica del governatore Musumeci

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, non perde tempo a difendere le proprie posizioni.

«La Corte dei conti conferma il disastro finanziario della Regione Siciliana accumulato negli ultimi 25 anni. Peccato che in passato nessuno se ne sia accorto, a tutti i livelli. Ora si pretende che il Governo Musumeci risani ogni cosa in ventiquattro mesi. E chi ieri fra i deputati ne è stato responsabile, oggi trova spudoratamente il coraggio di dare lezioni. Vergogna! Ci vorranno anni per sanare le ferite di una Regione fondata quasi sempre su sprechi, clientelismo e assistenzialismo. E noi abbiamo finalmente cominciato la bonifica», sbotta il governatore.

E.G.

Articolo vistato dal Direttore Responsabile*

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker