fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

Bronte, intimidazioni al candidato sindaco del Movimento 5 Stelle

“L’amore chiama, e non è un caso che questo amore mi riporti nuovamente da dove sono partito”, così aveva esordito Davide Russo alla presentazione della sua candidatura come aspirante sindaco di Bronte. Oggi,lo stesso Russo, 42 anni, esperto in sviluppo locale, laureato in economia, si trova a fare i conti con intimidazioni lanciate attraverso messaggi minatori che vanno avanti dall’otto aprile e si sono ripetute ben quattro volte, l’ultima ricevuta stanotte: una lettera a cui è seguita una denuncia ai carabinieri.

Bronte, dunque, si prepara alle elezioni che si terranno il 31 maggio e l’1 giugno. La lotta tra le compagini politiche è apertissima e c’è molta curiosità nel sapere chi prenderà il posto di Firrarello, ma a sollevare momentaneamente più scalpore, sono le intimidazioni ricevute in questi giorni dal candidato sindaco grillino.

La lettera recapitata stanotte recita: “Solo la merda se la fa con i finanzieri. Ma attenti loro hanno pistole e noi mitra. Vi terremo ‘docchio'”, gli autori del messaggio si sono risparmiati l’apostrofo.
Gli attivisti sono sicuri che le minacce hanno lo scopo di far desistere il candidato, che evidentemente starebbe scomodo a qualcuno: “le nostre candidature non piacciono. Noi non ci faremo intimidire da nessuno, andiamo avanti con la nostra lista e sicuramente vinceremo le elezioni” afferma Davide Russo.

A subire intimidazioni, oltre a Russo, anche altri attivisti pentastellati brontesi. Gli autori dei vili gesti sono ancora ignoti, ma non è tardato ad arrivare il diretto sostegno dei senatori siciliani del Movimento, Giarrusso e Catalfo, i quali, insieme ad una delegazione del movimento, stamane si sono recati presso prefetto di Catania per chiedere dovuta attenzione al problema. Gli episodi sono stati segnalati al ministro dell’interno Alfano.

 

I deputati e gli attivisti di tutta la Sicilia si stringono solidali attorno al candidato sindaco: “A Davide va la solidarietà di tutti i parlamentari eletti in Sicilia presso l’Ars, della Camera e del Senato. Tutto il mondo Cinquestelle – dicono i deputati – è vicino a Davide, cosa che dimostreremo con un corteo che organizzeremo per accompagnarlo a presentare la lista. Le minacce, in genere, non fanno altro che aumentare la determinazione e la voglia di andare avanti. Cosa che, ne siamo sicuri , avverrà anche a Bronte”

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker