fbpx
CronachePolitica

Bottino: “M5S stampella di Pogliese?”

Bottino, capogruppo di “Con Bianco per Catania”, punta il dito contro il M5S.

Sentore di ‘ricatto politico’ a Palazzo degli Elefanti

«Dopo circa 6 mesi dall’insediamento del Consiglio Comunale – fa ammenda il consigliere – il dato effettivo è che l’amministrazione non ha più maggioranza in aula».

«Ieri sera, addirittura, alcune delibere sono passate grazie al voto favorevole di un consigliere del Movimento 5 Stelle che, a questo punto, possiamo dire sta diventando la stampella dell’amministrazione», incalza Bottino. «Mi sembra assurdo che ci siano gruppi di maggioranza che abbandonino l’aula, neanche a farlo apposta proprio nel momento di eventuale allargamento della giunta».

«A questo punto, chiedo al Sindaco di non cadere nel tranello del ricatto politico dei suoi “pseudo compagni di viaggio” – riferendosi al M5S – ma che lavori solo ed esclusivamente per il bene della città».

Aspre critiche suffragate da amare osservazioni

«Mi sembra assurdo che un bando di concorso per 30 agenti di Polizia Municipale a tempo determinato, con migliaia di partecipanti, sia stato concluso con soli 5 idonei», sbotta il consigliere Daniele Bottino.
«La città sta morendo in termini sicurezza. La Polizia Municipale non ha uomini. Ad ogni richiesta di servizio fatta da noi consiglieri, vedi i servizi nelle zone mercatali, ci viene risposto che c’è carenza di personale».

«Un’opportunità come quella di avere 30 agenti di giovane età (i nostri agenti hanno una media di 60 anni) pagati con fondi vincolati, viene conclusa con soli 5 idonei che tra l’altro non so se mai prenderanno servizio, lasciando l’amaro in bocca ai 150 che già avevano superato le prime prove», rileva Bottino.

«È infine scandaloso – chiosa il consigliere – ciò che hanno fatto nel settore Rifiuti». E spiega: «Hanno aumentato la Tari quasi del 20% ed il servizio raccolta rifiuti in città fa acqua da tutte le parti. E questo è sotto gli occhi di tutti!».

«Un servizio scadente nonostante la società, a inizio appalto, abbia assorbito 105 operatori dal bacino prefettizio e altri 32 dalla Sicilcar, sta portando risultati fallimentari in tutte le parti della città. Questo ci fa vergognare davanti a migliaia di turisti e non solo. Un dato è assolutamente evidente: la città è ridotta in brandelli!».

Catania abbandonata dal governo centrale?

«Il governo nazionale ha abbandonato totalmente Catania snobbando la città e chi la governa», osserva il consigliere. «Il Governo regionale invece sta ancora pensando se può o deve aiutare Catania. Aspettiamo infatti  dalla Regione decine di milioni di euro da diversi mesi. Il sindaco, disperato, ha convocato anche i deputati regionali e nazionali che ad oggi hanno solo parlato e non concluso nulla, soprattutto quelli della sua maggioranza».

«Dopo questo breve sfogo, concludo che per alcuni che governano la nostra nazione,regione e città,a Catania ancora è #TUTTAPPOSTO!», conclude il capogruppo di “Con Bianco per Catania, Daniele Bottino.

∼DB

LEGGI ANCHE:

Fichera (M5S) risponde a Bottino: è polemica

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker