fbpx
Nera

Minacce, violenze ed insulti in una casa di riposo a Modica

Picchiavano e insultavano gli anziani, alcuni anche malati di Alzheimer: è questo il comportamento di tre dipendenti di una casa di riposo a Modica. 

A far scattare le indagini una denuncia che ha portato alla luce il comportamento violento delle tre dipendenti della casa di riposo. Grazie all’installazione di alcune telecamere è stato possibile constatare i maltrattamenti che ogni giorno subivano i poveri ricoverati. In un caso specifico, ad esempio, le tre hanno insultato e augurato la morte ad una donna malata di Alzheimer, “colpevole” di aver chiesto assistenza per poter andare in bagno nel corso della notte. Ma non solo: quotidianamente le dipendenti chiamavano gli anziani usando appellativi quali testa di m…, animale, capra ed ancora mi fai schifo, puzzi come una bestia, sei pazza, scema, incrasciata. Gravi anche le minacce:  “cambiati o ti prendo a legnate”, “se non ti lavi ti prendo a schiaffi”, “muoviti che mi fai schifo o ti do uno schiaffo”, “io ti ammazzo”.

A questo si aggiungono le violenze, gli schiaffi, le spinte e gli strattonamenti: una volta,una delle indagate si è persino sdraiata sopra un’ospite delle struttura per non farla alzare. La squadra mobile di Ragusa ha notificato alle tre donne, L.D. di 41 anni, M.A.R. di 63 e D.D. di 31, le misure del gip. Le prime due sono relegati ai domiciliari mentre terza ha l’obbligo di presentazione in questura.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button