fbpx
CronachePrimo Piano

Picchia madre e sorella per i soldi della droga: arrestato 44enne

Dipendente da alcol e droga, ha picchiato senza sosta la madre e la sorella dalle quali pretendeva i soldi per soddisfare i propri vizi. Così i carabinieri hanno arrestato un 44enne di Tremestieri Etneo, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e tentata estorsione. 

Ennesimo episodio di violenza tra le mura domestiche avvenuto la scorsa notte all’interno di un appartamento di via Mascalucia a Tremestieri Etneo. L’uomo, disoccupato, per l’ennesima volta ha preso di mira la madre di 66 anni e la sorella di 31. Infatti, si è recato nella loro abitazione e ha preteso che le poverette gli elargissero del denaro.

Al diniego espresso dalle due donne, per motivi legati alla loro precaria situazione economica, il congiunto ha iniziato con il minacciarle per poi passare alla vie di fatto. Ha prima picchiato la madre colpendola con calci e pugni. Poi, ha spostato le proprie attenzioni sulla sorella, accorsa in aiuto dell’anziana madre, costretta a fuggire in strada. Circostanza che ha dato la possibilità all’anziana di chiedere aiuto al 112.

Nel giro di pochi minuti l’equipaggio di una gazzella del radiomobile ha raggiunto il luogo dell’aggressione, trovando in strada l’energumeno che ancora inveiva contro la sorella in lacrime. Bloccato e posto in sicurezza l’aggressore, i carabinieri insieme alla donna sono saliti nell’abitazione. Qui hanno trovato l’anziana che piangeva con i segni dell’aggressione appena patita.

Le vittime, trasportate tramite ambulanza del 118 al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro hanno riportato diversi traumi alla testa ed altri parti del corpo guaribili in una decina di giorni. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno della Procura etnea, si trova rinchiuso presso il carcere di Catania Piazza Lanza.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker