fbpx
Ambiente

Bonifica dell’area artigianale di Giarre, Lega: “L’azione ha dato i risultati sperati”

Avviata la bonifica dell’area artigianale di Giarre. Si tratta di un ampio spazio invaso da rifiuti speciali quali lavorazioni di vetro resine, coperture di amianto, scarti sanitari. La zona, quindi, era diventata, da tempo, una discarica a cielo aperto. I rappresentati della Lega, Manfredi Potenti, Fabio Cantarella e Giovanni Barbagallo: “L’azione svolta ha dato i risultati sperati”.

 

 

 

Potenti: “L’azione svolta ha dato i risultati sperati”

L’inizio dei lavori, nell’area porta grande soddisfazione; sottolinea così Potenti:  “Dopo il sopralluogo dei mesi scorsi  mi sono attivato ed ho scritto una lettera al Prefetto di Catania, facendo presente la situazione e chiedendo se in qualche modo potesse intercedere nei confronti del sindaco o di altre autorità che lui ritenesse competenti in materia, affinché si intervenisse per rimuovere tutti quei rifiuti speciali. “Avevo segnalato la vicenda anche alla commissione d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, di cui mi onoro di far parte. Sono contento che queste azioni che abbiamo intrapreso stiano dando dei risultati e soprattutto di aver fatto qualcosa di utile per i cittadini di Giarre”, conclude il deputato.

Cantarella: “Ottimo risultato perchè si è seguito il metodo Lega”

Gli fa eco Cantarella: “Si tratta di un ottimo risultato conseguito perché si è seguito il metodo Lega, cioè quello di lavorare sul territorio, ascoltare le istanze e portare i problemi nelle sedi deputate alla loro risoluzione, in questo caso la sede comunale”.

Barbagallo: “Gli imprenditori dell’area meritavano una risposta concreta”

“Quando a settembre abbiamo acceso i riflettori sullo stato di degrado in cui versava una delle zone nevralgiche di Giarre, quella artigianale – dichiara Giovanni Barbagallo – speravamo che l’amministrazione avrebbe risposto con maggiore sollecitudine. Ringrazio il deputato Manfredo Potenti per la lettera indirizzata al Prefetto di Catania, che ha dato un’ulteriore spinta all’azione. Gli imprenditori che quotidianamente lavorano in quell’area, investendo risorse e fatica, meritavano una risposta concreta. Speriamo adesso che l’amministrazione comunale, subito dopo la bonifica, avvii anche i necessari controlli, affinché la zona non venga nuovamente abbandonata agli incivili. Noi, dal canto nostro – conclude – continueremo a vigilare”.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button