fbpx
Economia

Bollette in aumento ad aprile: come risparmiare sullo smart working

Ad aprile aumenta ancora il costo di luce e gas, e questo impone dunque maggiori attenzioni in sede di consumi e di gestione dell’elettricità in casa. Soprattutto di questi tempi, considerando che l’Italia è ancora soggetta a limitazioni e divieti e che si prosegue lungo la linea dello smart working, il che presuppone un normale aumento dei consumi fra le quattro mura domestiche.

Gli aumenti in bolletta di aprile

Ad aprile l’ARERA ha comunicato un ulteriore aumento dei costi di luce e gas, dopo l’incremento di gennaio. Si parla di una crescita al 3,8% per la luce elettrica e al 3,9% per il gas. Questo non è altro che il risultato di un mercato dell’energia che continua a crescere, dopo il calo verticale subito nel 2020 a causa della pandemia e della crisi sanitaria. Ad impattare sul prezzo sono soprattutto i costi legati alle materie prime, ma si tratta comunque di una situazione che gli esperti avevano già previsto diversi mesi fa.

Lo smart working e il cambiamento

Dato che le bollette salgono, bisogna imparare a risparmiare, anche perché oggi gli italiani devono affrontare un ulteriore elemento che le fa lievitare, ovvero lo smart working. Il cosiddetto lavoro da remoto ha infatti aumentato il quantitativo di ore passate fra le mura domestiche, portando così le famiglie verso un inevitabile aumento dei consumi.

Da un lato la bella stagione ci consentirà di abbassare gli importi relativi al gas, ma dall’altro continueremo comunque ad utilizzare molta energia elettrica.

Prima di capire come tenere sotto controllo i costi, però, è necessario intervenire a monte, verificando le tariffe del proprio contratto e, nel caso, cercandone uno più conveniente.Da questo punto di vista, oggi sul web si possono reperire alcune proposte molto vantaggiose come le offerte di luce e gas Vivigas, ad esempio.  Dopo aver valutato questo primo aspetto è anche il caso di agire direttamente sui consumi, ad esempio facendo attenzione all’accensione e allo spegnimento delle luci, quando non servono e prima di uscire di casa.

In secondo luogo, bisognerebbe evitare lo stand-by dei dispositivi elettronici, visto che anche in questo caso si spreca energia preziosa. Occhio anche alle abitudini in cucina: da un lato lo spegnimento del riscaldamento consentirà alla bolletta di respirare un po’, ma dall’altro continueremo ad utilizzare il gas per cucinare. Di conseguenza, è meglio coprire le pentole quando si fa bollire l’acqua e utilizzare i fuochi piccoli del fornello, per evitare di sprecarne troppo.

In conclusione, ora che arriva la primavera non bisogna farsi cogliere impreparati, soprattutto perché i costi dell’energia in bolletta continuano ad aumentare. Con i consigli visti oggi, però, tutti abbiamo la possibilità di risparmiare sugli sprechi e sulle spese, facendo un favore al nostro bilancio.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button