fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Blocco fercolo 2019: archiviata l’inchiesta

Il Gip di Catania ha archiviato l’inchiesta sul blocco del fercolo di Sant’Agata avvenuta la scorso anno. Accolta così la richiesta presentata dalla Procura.

La vicenda dietro l’apertura del fascicolo per turbamento di funzione religiosa

Il 2019 non accolse la processione agatina nel migliore dei modi. Infatti tra la pioggia battente del quattro febbraio che mise in seria difficoltà il giro esterno e i vari momenti di tensione tra devoti e capo vara, i tre giorni di festeggiamenti non proseguirono tranquilli.

Il momento certamente più coinvolgente fu quando Claudio Consoli decise, per motivi di sicurezza, di “saltare” uno dei momenti più attesi della processione: la salita di via Antonino Sangiuliano. Tale decisione non fu accolta di buon grado tra i fedeli che staccarono il cordone dal fercolo. L’accusa che pende su Sebastiano Crisafulli, Danilo Giuseppe Agatino Marino, Orazio De Felice e Alessio Galeano, dunque, ruota intorno al tentativo fallito di ribellarsi al rientro diretto in Cattedrale.

Secondo quanto si legge negli atti i quattro indagati, avrebbero cercato di “impedire il transito del Fercolo da via Etnea a piazza Duomo, rallentare il suo percorso e formare nella Cattedrale una barriera all’altezza del transetto posto poco prima dell’altare della Basilica”. Furono proprio i carabinieri a garantire la messa in sicurezza del busto reliquario di Sant’Agata. 

Il Pm di Catania, come riporta La Sicilia, ha archiviato il fascicolo poiché il reato «deve ritenersi infondato in quanto gli elementi acquisiti nel corso delle indagini non sono idonei a sostenere l’accusa in giudizio».

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Leggi Anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker