GiudiziariaNews

Blitz antimafia, colpito il clan Mazzei: sequestrato il 69 Lune VIDEO

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, a conclusione di indagini coordinate dalla locale Procura Distrettuale, sta eseguendo 7 arresti e sequestri nell’ambito di un’operazione antimafia nei confronti dei reggenti del clan Mazzei, radicato a Catania e provincia.

L’accusa per tutti è di associazione a delinquere di tipo mafioso finalizzata a reati contro la persona e contro il patrimonio nonché al ’illecita acquisizione e gestione di attività economiche.
Si tratta di: Gioacchino Massimiliano INTRAVAIA, Carmelo OCCHIONE, Sergio GANDOLFO, Cristian MARLETTA, Michele ISAIA, Giuseppe CARUSO e Nunzio Fabio TENERELLI, cugino di Nuccio Mazzei.
A Tenerelli  è contestato il reato di rapina aggravata per aver assaltato, nel 2014,  un treno alla stazione di Acireale con altre 6 persone non ancora identificate.
Attaverso le indagini, si è potuto ricostruire il nuovo organigramma e la nuova gerarchia della famiglia sotto il comando di Mazzei, che ha continuato nonostante la latitanza a mantenere il predominio grazie all’ausilio del marito della sorella, Gioacchino Massimiliano Intravaia, tesoriere della famiglia.

Altre figure di spicco sono Carmelo Occhione e Sergio Gandolfo. Il primo responsabile per le attività operative della famiglia in particolar modo nella zona del “Traforo” a San Cristoforo; il secondo rappresentante della famiglia interfacciandosi con i referenti degli altri gruppi mafiosi del territorio etneo.

Cristian Marletta, infine, si è arrogato spesso diritti da capo clan. Oltre spedizioni punitive, gestiva le attività commerciali interessate dagli investimenti di famiglia. Tra queste la discoteca “69 Lune” e la società “Meta Harmony S.r.l.” poste sotto sequestro dal Gip.

 
Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.