fbpx
CronacheNews

Blatte nella pasticceria Cremelandia

Catania –  Blatte in pasticceria. E’ quanto scoperto dal personale del Commissariato P.S. “Borgo Ognina” e dal personale dell’Igiene pubblica Catania ASP 3 e dei veterinari dell’Unità territoriale.

Durante il controllo effettuato presso la pasticceria denominata “Cremelandia” sita in questa via Duca degli Abruzzi, la cui attività è stata sospesa ai sensi dell’art.8 Decreto legislative 507/99, a causa delle pessime condizioni igieniche dei locali di produzione e alla presenza massiccia di animali infestanti (blatta germanica) sia nel laboratorio di produzione, sia nei retrostanti banconi dei locali di vendita. Si è proceduto altresì al sequestro di un ingente quantitativo di alimenti prodotti nel laboratorio della citata pasticceria e di quelli esposti per la vendita.

Sempre durante il servizio,  sono state controllate 60 persone, fra cui molti con precedenti penali, e 30 veicoli; sono state elevate 41 violazioni al C.D.S.,7 fermi e sequestri amministrativi, 3 persone sono state indagate in stato di libertà e sono 9 gli esercizi commerciali controllati. Sono le 2 attività commerciali sospese e sottoposte a sequestro penale e amministrativo.

Sono stati inoltre controllati 22 detenuti agli arresti domiciliari e irrogate ingenti sanzioni amministrative per occupazione abusiva del suolo pubblico ed altro. Nello specifico, in via Maria Gianni, è stata controllata una carrozzeria di cui il titolare, P. G. nato a Catania di 56 anni, è stato indagato in stato di libertà, in ordine al reato di cui all’art.625 comma 2, in quanto sottraeva energia elettrica, con allaccio abusivo alla rete Enel. Inoltre, l’uomo è stato anche denunciato in quanto responsabile di reati ambientali di cui al Decreto Leg.vo n.152 del 3 aprile 2006, poiché esercitava la predetta attività senza mai avere ottenuto l’autorizzazione prescritta in materia di immissione dei fumi nell’atmosfera, essendo totalmente abusivo.

Per tali motivi, la carrozzeria è stata posta sotto sequestro penale. Al titolare sono state, inoltre, irrogate ulteriori sanzioni per diverse migliaia di euro: la più grave ammonta a 5.164 euro, comminatagli per aver esercitato l’attività di carrozziere, senza essere iscritto nella Sezione speciale della Camera di Commercio.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button