fbpx
GiudiziariaNews

Bianco su Wikipedia, non fu diffamazione

Per il giudice non fu diffamazione. Giuseppe Torrisi, giovane autore di Wikipedia, non ha agito con dolo contro il sindaco Enzo Bianco che lo aveva personalmente querelato.

I fatti risalgono a qualche mese fa, momento in cui Torrisi si ê visto chiamare dalla polizia postale per alcuni chiarimenti. Il sindaco Bianco lo aveva infatti querelato in quanto, riprendendo un articolo di Gad Lerner, Torrisi aveva scritto sulla libera enciclopedia che, durante il periodo dello scandalo sui conti della Margherita, l’attuale primo cittadino aveva prima negato e poi ammesso, successivamente, di aver ricevuto somme mensili da parte del partito.

“La verità – dichiara Goffredo D’Antona, difensore di Torrisi – è che è stata una querela infondata. Non capisco come mai Bianco non abbia esercitato la facoltà di opporsi all’archiviazione. Come mai se si è sentito danneggiato non ha chiesto di modificare la pagina?”

Per Bianco, che ha ritenuto la negazione “fatto non inerente”, la sua reputazione era lesa a tal punto da doverla salvaguardare in tutti i modi (o quasi). Infatti, stranamente, non ha chiesto nè una rettifica sulla pagina di Wikipedia nè la sua rimozione.

Davanti a questo “delicato” caso di immagine lesa, il giudice per le indagini preliminari Di Giacomo Barbagallo ha accolto la richiesta di archiviazione del sostituto procuratore della repubblica, Alfio Fragalà. Secondo il pm, Torrisi non ha agito con dolo contro il sindaco Bianco, ma semplice diritto di cronaca in quanto coerente con i principi di pertinenza, continenza e veridicità previsti dalla legge.

“Negare tutto”, per il Pm e per il giudice è stata un’espressione di sintesi, seppur infelice, in cui Torrisi può aver al massimo urtato la sensibilità dell’attuale primo cittadino.

decreto archiviazione Torrisi

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker