fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Biancavilla: carabinieri inseguono auto per il volume troppo alto

Biancavilla: in Viale dei Fiori i carabinieri hanno inseguito una Lancia Y. Il motivo? L’auto proseguiva con la musica a tutto volume

Biancavilla (CT) I carabinieri hanno inseguito e poi fermato una Lancia Y che stava proseguendo con un volume della radio troppo alta. Il tutto è successo intorno alle 23:00 di ieri sera e a darne notizia è stata l’Associazione Symmachia tramite facebook.

I carabinieri si trovavano appostati quando hanno avvistato il mezzo rumoroso che è stato inseguito e infine bloccato a Piazza Sgriccio.

Il fenomeno delle “macchine da discoteca” è  piuttosto diffuso. Ad oggi il limite massimo per le autoradio è di 60 decibel.

Nello specifico il Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo Codice della Strada prevede:

Art. 350 – Limiti sonori massimi (art. 155 C.s.).

1. Il livello sonoro emesso da apparecchi radio o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli di cui all’articolo 155, comma 3, del codice, non può superare nell’uso 60 L/Aeq dB (A) misurato a 10 cm dall’orecchio del guidatore con il microfono rivolto verso la sorgente e con il veicolo a portiere e finestrini chiusi, e, comunque, deve essere tale da non recare pregiudizio alla guida del veicolo.

Per pregiudizio alla guida si intente la difficoltà a udire le segnalazioni acustiche degli altri veicoli, dei mezzi di soccorso ecc.

Il comma 3, dell’art. 155 Codice della Strada (Limitazione dei rumori) prescrive che “Nell’usare apparecchi radiofonici o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli non si devono superare i limiti sonori massimi di accettabilità fissati dal regolamento” (p.m.r. entro 60 gg. € 41,00 – pagamento entro 5 gg € 28,70).

La multa è di 41 euro, 28.70 euro per chi decide di pagare subito.

In realtà il limite è teorico, nel senso che per “pregiudizio alla guida si intente la difficoltà a udire le segnalazioni acustiche degli altri veicoli”. In altre parole per poter emettere una sanzione le Forze dell’Ordine non hanno bisogno di rilevare l’effettivo livello sonoro, ma possono semplicemente basarsi sul disturbo acustico che la radio produce sulla circolazione.

 

 

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button