fbpx
CronacheGiudiziariaNews in evidenzaPalermo

Benzinaio ucciso a Piazza Lolli, imputato condannato a 30 anni

Palermo- Il gup di Palermo ha condannato a trent’anni di reclusione Mario Di Fiore, ex muratore che per anni ha gestito una piccola impresa edile, per l’omicidio, avvenuto lo scorso giugno, di Nicola Lombardo, impiegato nel distributore di carburante a piazza Lolli a Palermo. I

l processo si svolse con il rito abbreviato e il pm Ennio Petrigni chiese il massimo della pena a causa dell’aggravante dei futili motivi.

Di Fiore – assistito dal suo legale Giuseppe Avarello – litigò con la vittima per il prezzo della benzina e poi gli sprò alle spalle con una 7,65 che possedeva illegalmente dopo avere subito due rapine.
I particolari dell’aggressione sono venuti fuori durante il lungo interrogatorio cui l’imprenditore fu sottoposto in questura.
“Ho saputo che era sposato e aveva due figli, sono distrutto”, disse al suo avvocato.
Fonte e foto ‘Ansa’

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button