fbpx
Primo PianoSenza categoria

Beni sequestrati a un esponente del clan “Santapaola-Ercolano” e al genero

Diversi i sequestri nel perimetro catanese; si tratta di beni confiscati ad esponenti di rilievo di Cosa nostra, già condannati con sentenza definitiva per associazione mafiosa.

I provvedimenti, emessi dal Tribunale di Catania, su proposta congiunta della Questura e della locale Procura Distrettuale, riguardano il 65enne Salvatore Amato e il genero di 33 anni, Francesco Scuderi. Il primo, Amato, noto come “Turi Amato”, è uno storico membro del clan mafioso “Santapaola-Ercolano”, inoltre, vanta un legame di parentela con la famiglia del boss Benedetto Santapaola. Turi Amato è stato, a lungo, il responsabile del gruppo “ottantapalmi” del rione San Cristoforo. Mentre il secondo, detto “U niculittu” è genero di Amato con diverse condanne anche per traffico di sostanze stupefacenti.

Il sequestro riguarda ben: 9 beni immobili, 2 motoveicoli e 5 autovetture, una società di autonoleggio- “Nicu Car srl” e, infine, diversi rapporti finanziari, per un valore stimato di circa 1 milione di euro. Inoltre, la Questura di Catania, nell’ultimo anno, ha eseguito diverse confische per un valore di 16,5 milioni di euro con ben 4 sequestri per 2milioni di euro e altrettante misure di prevenzione patrimoniali con richieste di sequestro di beni per un valore di circa 4 milioni di euro.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker