fbpx
PoliticaPrimo Piano

Belpasso, preselezione vigili urbani. Chi sono i “facinorosi”?

A Belpasso, i panni sporchi – il più delle volte – si sono lavati in casa. Ma non stavolta, con l’ormai famigerato concorso per due posti da agenti di Polizia Locale che concorso, in realtà, non era. Si trattava infatti di preselezione, stando all’articolo 4 del bando di gara.

Belpasso - prova preselettiva vigili urbani

I fatti

Aurora Lipera
Aurora Lipera – Esperta del Sindaco (senza portafoglio)

A presentare domanda di partecipazione, oltre 400 aspiranti vigili urbani. Tra questi, anche l’esperta del sindaco, Aurora Lipera che, stando alle nostre fonti, pur risultando idonea, non avrebbe partecipato alla preselezione. Per non alimentare polveroni e chiacchiericci di paese a fronte di un eventuale “conflitto di interessi”? Probabile. Certo è che, ad essere malpensanti, si potrebbero supporre altre motivazioni ben più gravi considerati i risvolti denunciati dai partecipanti.

A destare non poche perplessità nei partecipanti, il fatto che a presiedere la commissione esaminatrice fosse la segretaria generale del comune di Belpasso, la dott.ssa Loredana Torella che ha accolto i candidati insieme al comandante dei vigili urbani di Catania, Stefano Sorbino. A intrattenere i candidati nell’attesa di ricevere il loro test, lo stesso sindaco.

Non solo i quiz sarebbero stati formulati nella stessa sede – a detta dei candidati – ma addirittura nessun codice a barre identificativo da applicare sulle buste rivelatesi inadeguate a garantire la riservatezza, sarebbe stato loro consegnato. Da lì, le concitate proteste sedate all’arrivo dei Carabinieri che hanno proceduto all’annullamento della preselezione.

Le polemiche sulle procedure del concorso sono divampate in tutto il paese strabordando fuori dai suoi perimetri.

Chi sono i “facinorosi boicottatori”?

Si fanno avanti le voci critiche di Belpasso

Le reazioni del sindaco Daniele Motta sono state immediate. Con una nota prima e in aula consiliare poi, ha ribadito che la sospensione del concorso è imputabile a “facinorosi” che avrebbero ordito una sorta di “complotto” per sabotare il concorso.

Nunzio Distefano
Nunzio Distefano – ex coordinatore PD di Belpasso

A tal proposito, interviene una delle voci più critiche di Belpasso, l’ex coordinatore del circolo del PD Nunzio Distefano. «Un sindaco non si può permettere di fare certe affermazioni senza poi essere consequenziale nelle azioni. Altrimenti diventa una burla, una barzelletta continua!», sbotta il cittadino. «Il fatto politicamente rilevante è che da un lato il sindaco punta il dito contro dei facinorosi eterodiretti da una regia esterna che a suo dire avrebbero scientemente boicottato il concorso. Dall’altro lato, i concorrenti che hanno denunciato l’assenza di garanzia all’imparzialità durante questa fase di preselezione».

Quindi, l’out out del cittadino: «O tu sindaco e segretario generale mettete nero su bianco quanto sostenete e lo presentate in Procura, oppure vi dimettete e ve ne tornate a casa».

Non una bega di paese, ma un fatto circostanziato: «Bisogna farla finita con questa irresponsabilità. Non abbiamo avuto un sindaco o un presidente di commissione che nel caso specifico è anche segretario generale del Consiglio che abbiano chiesto scusa per qualcosa che non sarebbe andata in maniera precisa. L’errore, in buona fede può essere anche perdonato sul piano etico, morale e politico. Ma c’è la presunzione di avere fatto le cose per bene, in maniera perfetta. E allora la colpa di chi è? Dei facinorosi?».

Il dubbio su chi possano essere questi presunti facinorosi boicottatori eterodiretti permane perché il sindaco si è riservato dal fare i loro nomi.

Polemiche e proposte in Consiglio Comunale

Damiano Caserta
Damiano Caserta – consigliere comunale M5S

Intanto, il consigliere comunale di Belpasso del M5S, Damiano Caserta vuole vederci chiaro in tutta questa vicenda.

«Abbiamo richiesto l’istituzione di una commissione ispettiva per individuare e accertare eventuali responsabilità», ha dichiarato il consigliere raggiunto telefonicamente.

«Il Presidente del Consiglio ha dichiarato che la proposta sarà sottoposta a valutazione e sapremo presto con quale esito». Il consigliere ha suggerito la possibilità di nominare tra i membri che la comporranno altri consiglieri comunali.

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.