fbpx
Cronache

Bellini, elenco per assunzioni future per i lavoratori ex servizi di pulizia e vigilanza

Per i lavoratori ex servizi di pulizia e vigilanza Istituto musicale “Bellini” arriva l’istituzione di un elenco per future assunzioni. Ugl: “Raggiunto l’unico obiettivo possibile”.

Si è conclusa positivamente la riunione convocata questa mattina dal responsabile del Centro per l’impiego di Catania, su richiesta delle organizzazioni sindacali dopo l’incontro dello scorso 16 gennaio in Prefettura, per la definizione di un elenco dei lavoratori aventi diritto per future eventuali assunzioni.

Nel bacino andranno dunque i dipendenti delle società “Multiprofessional service” e “Bsf”, che fino a settembre 2018 avevano in appalto i servizi di pulizia e vigilanza all’interno dell’Istituto musicale Vincenzo Bellini.

Una procedura, quella più volte richiesta anche dalla Ugl, accolta dall’amministrazione comunale, presente con l’assessore all’Ecologia Fabio Cantarella su mandato del sindaco Salvo Pogliese, già nella precedente convocazione davanti al vice capo di gabinetto dell’Ufficio territoriale del Governo, Tommaso Mondello. Ed oggi, dunque, si è passati dall’impegno al deposito della lista, che sarà tramutata in graduatoria in caso di possibili chiamate per le 18 unità, rimaste senza lavoro a causa del mancato rinnovo dell’appalto da parte dello stesso Istituto musicale.

“Abbiamo raggiunto l’unico obiettivo che ci era possibile conseguire dopo la conferma del “Bellini” di non avere possibilità economiche per indire una nuova gara e della “Pubbliservizi” di non aver modo di assumere essendo in fase di amministrazione straordinaria, ma anche delle aziende di non essere nelle condizioni di poter collocare i lavoratori in altri cantieri”, spiegano il segretario generale territoriale Giovanni Musumeci ed il dirigente sindacale Ugl con delega al contratto “Multiservizi” Salvo Strano.

“Per questo siamo abbastanza soddisfatti ed apprezziamo il gesto di attenzione da parte del Comune di Catania che, così, cercherà di tenere in considerazione questi lavoratori vittime delle cattive gestioni del passato. Auspichiamo, quindi, che l’elenco odierno non rimanga lettera morta, ma dia la possibilità agli operatori di riavere l’occupazione che gli è stata tolta dopo quasi vent’anni di servizio”, concludono.

E.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.