fbpx
Eventi

Barber Ring 2019: boom di presenze per la terza edizione della kermesse

Cala il sipario sulla terza edizione di Barber Ring, il grande evento di settore che nei giorni scorsi ha portato a Catania il mondo della barberia e dell’hair style.

Oltre cento i partecipanti giunti alle falde dell’Etna per darsi battaglia, a colpi di forbici e rasoi, sul ring del Catania International Airport Hotel. Un ricco parterre di giudici e ospiti internazionali che per due giorni che ha saputo coniugare il rigore e l’adrenalina delle competizioni alle emozioni.

Storie di Babieri

Storie di barbieri. Storie di uno dei mestieri più antichi di cui si abbia memoria. Storie di amore e passione per “il lavoro più bello del mondo”. Storie di ordinaria quotidianità, che a volte superano la favola. Come quella di Franco Alfonso, che ad 8 anni, da dietro un vetro, ammirava incantato il barbiere del paese alle prese con forbici e pettine.
Era il 1946, e quel bambino non poteva immaginare che, un giorno, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella si sarebbe servito da lui. 

Storie come quella di Giovanni Vecchio, che da giovane dipendente servì più volte padre Karol. Era il 1978, e quel ragazzo, tanto ligio al suo dovere, non poteva sapere che, di lì a poco, quel cardinale sarebbe diventato Papa. Era Giovanni Paolo II.  Storie di chi ha avuto quel colpo di genio, o meglio, “di forbice”, che in qualche modo gli ha cambiato la vita. Come Salvo Corigliano, il barbiere calabrese che, un giorno come tanti, quasi per caso, inventò la “cresta” del fenomeno del Milan, Stephan El Sharaawy.

Il successo di Barber Ring 2019 passa dall’organizzazione scrupolosa e attenta del Team Altilivelli di Alfio Gravagno, Luca Geraci, Cosimo Campagna e Mario Cacciatore. La direzione artistica è del plurititolato Pasquale De Luca, campione del mondo, nel 2004, ai Campionati Mondiali di Acconciatura. Prestigiosa anche la partecipazione delle prestigiose accademie A.N.A.M. e U.A.A.M.I.

Le nuove tendenze

Sotto lo sguardo attento di Giuseppe De Luca, responsabile degli stili contemporanei, con il supporto di giudici esperti come Daniele Anatolio, Luciano Della Volpe, Simona Fabbri, Alessandro Ligorio, Nicola Manno, Giuseppe Masella e Rosanna Panella, i riflettori di Barber Ring si sono accesi sul total look maschile e femminile. Obiettivo della kermesse: portare avanti le nuove tendenze.

Scegliendo tra gli stili hipster, grunge, nerd o metrosexual, per l’uomo, i concorrenti si sono cimentati in una performance in cui i giudizi sull’hair (migliore: Vito Marino) sono stati sommati a quelli sull’outfit (migliore: Giuseppe D’Ambrosio) per ottenere una valutazione complessiva che ha visto trionfare, nel total look man, Pietro Madonia. Ad aggiudicarsi, invece, il gradino più alto del podio, nel total look woman, Maria Surace.
La competizione ha previsto, infatti, anche per la donna, la scelta tra quattro stili – bon ton, glamour, grunge/rock o hipster – e l’assegnazione di due diversi giudizi da sommare tra loro: uno per l’hair (migliore: Carmela Strano) e uno per l’outfit (migliore: Vincenzo Milotta).

Immancabili, poi, le categorie del taglio classico all’italiana, vincitore Maurizio Cutrali, del beard styling, con il primo posto di Giuseppe Vaccarella, e del free razor style, che ha regalato lo scettro di migliore a Danilo Catalfo.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker