fbpx
Cronache

Autostrada Catania-Ragusa, Toninelli “Ennesima cattedrale nel deserto”

Dichiarazioni forti rilasciate nel corso di un’intervista al quotidiano La Sicilia dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli in occasione della sua visita a Palermo e Caltanissetta

« Tante opere diffuse sono la prima grande opera che serve. Perché rappresentano non soltanto la priorità per i siciliani che si muovono, ma aiutano anche a generare più lavoro e più ricchezza rispetto a una unica mastodontica infrastruttura. Stiamo raddoppiando la ferrovia Palermo-Catania, che è una grandissima opera prioritaria. Che senso ha fare il Ponte se poi abbiamo il binario unico e le provinciali che cadono a pezzi? Sapete quante cose avremmo potuto fare con quelle centinaia di milioni già sprecate per un ponte di cui non è stato realizzato nulla?», dichiara Toninelli.

Ma le parole più dure arrivano in merito alla realizzazione dell‘autostrada Catania-Ragusa. Attualmente l’unico percorso che collega le due città è definito “la strada della morte” a causa dei tantissimi incidenti di cui è sfondo.

«Io amo molto la Sicilia. Ma questa terra meriterebbe amministratori, diciamo, meno gattopardeschi. Qui bisogna cambiare davvero: a cosa serve far fare la Ragusa-Catania al privato in questo modo e poi farla pagare uno o due euro ogni cinque chilometri a chi viaggia? Vogliamo l’ennesima cattedrale nel deserto che non usa nessuno? Noi puntiamo a un’infrastruttura utile per la competitività dei territori, che cittadini e imprese useranno davvero. E siamo vicini a questo importante traguardo», afferma il ministro.

E.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.