fbpx
Libri bimbi e Mamma Ale

Autori che hanno lasciato il segno

Quando cominciai ad appassionarmi agli albi illustrati e a proporli ai miei figli, fu subito chiaro che la prima caratteristica di un libro che attira i bimbi, sono le illustrazioni e, come in ogni cosa, “ognuno ha i propri gusti”!

Questi gusti man mano che passano gli anni sono sempre più definiti, ci sono infatti autori che più di altri aprono le porte dei nostri cuori, ma non voglio farne un discorso esclusivo, capita spessissimo che alcuni libri di autori che non rientrano nelle nostre corde vengano particolarmente apprezzati e viceversa. Però ci sono alcuni illustratori che ci hanno emozionato e colpito particolarmente, rappresentando una garanzia di qualità per la scelta di un albo illustrato.

Vorrei cominciare a parlarvi della stravagante illustratrice canadese Marianne Dubuc, che con la vendita dei suoi libri conta di comprare un castello di cristallo e viverci con la sua famiglia, i suoi 22 gatti, sua nonna e il suo canarino.

Le sue illustrazioni sono cariche di luce e colori, semplici ma fortemente espressive, con una tecnica inconfondibile fatta da tratti di colori a matita, che in alcuni libri ricordano i quadri dei Pointellist “Seurat” e “Signac”.. I suoi successi sono stati portati in Italia principalmente da due grandi case editrici, Orecchio acerbo e La Margherita editore.

Della prima consiglio assolutamente due titoli imperdibili:

“Il leone e l’uccellino”

Il leone e l’uccellino, in cui le illustrazioni eteree sono avvolte da intere pagine bianche che emanano un candore immacolato che vuole sia rappresentare il manto della neve che tutto copre, ma anche la solitudine di un leone che all’improvviso scorge qualcosa di nuovo, un uccellino ferito, allora lo raccoglie lo cura e tra i due nasce un’amicizia senza tempo, stagioni e diversità.

Le case degli animali, in cui il protagonista è un topo postino che ad ogni pagina arriva nelle case di diversi animali e ci svela i segreti di ogni abitazione. È un libro carico di dettagli adatto dai 2 anni ma che non smette mai di sorprendere , si possono scoprire sempre elementi nuovi. Qui le illustrazioni sono più definite, meno poetiche ma molto divertenti. Seguono altre avventure del topo postino (“ Le vacanze degli animali” , “L’incredibile viaggio di Topo Postino”)

La Margherita editore ha in catalogo altri titoli di Marianne Dubuc, che non smettono di essere letti da tre anni in casa nostra. È il caso di

Davanti alla mia casa c’è, un libro cartonato piccolo ma imponente, in cui ogni pagina apre un mondo nuovo attraverso il gioco dell’immaginazione e di collegamenti logici. Ritroviamo le sue famose illustrazioni a matita, alternate a pagine in bianco e nero. È un libro dalla struttura circolare, alla fine si ritorna da dove si è partiti. Mio figlio si diverte tutte le volte a ricordare cosa c’è dopo ogni disegno. Un libro davvero coinvolgente che tiene la mente sveglia!

Il carnevale degli animali, per fortuna ristampato quest’anno, sempre cartonato con tante pagine che raffigurano i travestimenti buffissimi di 50 animali, disegni morbidi colorati a pastello che esprimono perfettamente la vivacità del libro, dalla struttura narrativa ripetitiva ma mai monotona. Una carrellata di animali che si travestono da altri animali ma con trovate inimmaginabili e ridicole, un rinoceronte si traveste da pulcino, un orso da lumaca, la lumaca da tigre e così via.

L’arca degli animali, stessa struttura, cartonato 15×15, dei precedenti, in questo libro l’autrice tramite i suoi inconfondibili disegni semplici e vivaci, narra il biblico racconto dell’arca di Noè in chiave umoristica e facilmente comprensibile ai bimbi.

Cappuccetto e il viaggio in autobus, in questo splendido albo, Marianne Dubuc, prevede che Cappuccetto rosso vada dalla nonna in autobus. È proprio in quest’autobus che si svolge tutta la storia. Pochissimo testo accompagna le splendide illustrazioni come sempre gentili e ordinate che pagina dopo pagina cambiano la scena e creano movimento all’interno del mezzo, c’è chi sale, chi scende, chi piange, chi mangia…un susseguirsi di azioni e personaggi che sicuramente lasciano attaccati i lettori all’epilogo della storia, in cui semplicemente Cappuccetto scende dall’autobus per abbracciare la nonna che l’aspetta davanti casa, dicendole: «Ho tante cose da raccontarti!»

Tra gli illustratori che più ci hanno entusiasmato non posso non ricordare gli stupefacenti “THE FAN BROTHERS”, casualmente pure loro canadesi. Non esiste un libro che non vale la pena di avere nella propria libreria, ma partiamo da quello che mi ha fatto scendere qualche lacrimuccia.

Dove il mare incontra il cielo, (Gallucci editore), un libro incredibilmente poetico che affronta il tema del lutto e grazie alle splendide illustrazioni arriva dritto al cuore senza precedenti.

Rappresenta un viaggio mistico e magico nei luoghi che costruiamo dentro al nostro cuore. Il piccolo lettore non comprenderà subito questo messaggio, ma resterà sicuramente colpito dalle illustrazioni magiche.

Il giardiniere notturno, (Gallucci editore), in questo splendido albo viene confermata l’eleganza dei fratelli Fan già dalla copertina tramata che raffigura un enorme gufo composto da foglie. Le illustrazioni sono estremamente realistiche ma altrettanto magiche e straordinarie, dal sapore fiabesco. Un giardiniere appare solo di notte in una città grigia e spenta, e al risveglio gli abitanti  trovano dei lavori di arte topiaria davvero sbalorditivi. Enormi gufi, gatti, conigli, spuntano dalle chiome degli alberi. Il giardiniere viene scoperto da un bimbo dell’orfanotrofio e ogni notte gli svelerà il suo lavoro fino a tramandargli la sua arte…così la città spenta e grigia si trasforma in un bellissimo paesaggio verde ricco di meravigliose opere d’arte fatte con le foglie degli alberi.

  • La nave cervo, (Gallucci editore), degli animali salgono a bordo di una nave con le corna da cervo e su questa nave si porranno delle domande profonde sulla vita. Tutti partono alla ricerca di un’isola misteriosa e non mancheranno i pericoli, ma l’unione fa la forza e il gruppo mostrerà di poter superare ogni avversità e la loro amicizia si cimenterà.

Devo ammettere che questo è quello che ci è piaciuto meno per la storia, ma le illustrazioni dei fratelli Eric e Terry sono straordinarie per cui  vale comunque la pena averlo tra la raccolta dei loro libri.

  • Barnabus, ultimo arrivato in Italia, edito sempre da Gallucci, la novità è che per la prima volta ha partecipato anche il fratello Devin, animatore socioeducativo che ha apportato forse un po’ di estro e colori brillanti in questo meraviglioso albo che parla di amicizia e accettazione del diverso.

Barnabus  è per metà topo e metà elefante, vive in un laboratorio sotterraneo, ma essendo  uno scarto non vedrà mai la luce come gli altri animali che si vendono nel suo negozio. Un giorno cresce in lui il desiderio di libertà e allora proverà con tutte le sue forze a liberare se stesso e gli amici e scoprire cosa c’è oltre la campana di vetro in cui vive.

Le illustrazioni sono esplosive, e cambiano in base all’ambientazione, nei sotterranei sono più fredde ma comunque luminose, all’esterno ritroviamo i colori caldi e i disegni poetici de “Il giardiniere notturno”.

Un viaggio nei colori e nella consapevolezza che siamo tutti perfetti così come siamo, basta accettarsi e trovare degli amici con cui condividere gioie e dolori.

Mi ero ripromessa di parlare di almeno quattro illustratori che amiamo particolarmente, ma la bibliografia è davvero ampia e non si può escludere nulla, anche se per Marianne Dubuc l’ho fatto e chiedo venia, ma ogni volta mi piace raccontarvi i libri che davvero abbiamo avuto tra le mani e che sono stati dei cari compagni di viaggio per noi…quindi vi aspetto nella prossima rubrica per parlarvi di altri illustratori capaci di disegnare attimi di felicità e magia.

Mostra di più

Alessandra Spampinato

Sono Alessandra, in arte Mamma Ale, mamma di Paolo e Vittoria. Quando ho arredato casa non ho voluto una parete attrezzata moderna e di tendenza, ma una mega libreria con un singolo spazio centrale per la tv, sapevo che avrebbe dovuto ospitare tutti i libri che avevano accompagnato la mia crescita e quelli che sarebbero venuti in futuro. Ma non avevo fatto i conti con la nascita di mio figlio Paolo, a 8 mesi comprai i suoi primi libri, “Dov’è il mio Orsetto?” classico tattile della Usborne e “Il piccolo bruco mai sazio” capolavoro di Eric Carle. Di li in poi...quella famosa parete attrezzata continua a riempirsi e a non bastare più... gli albi illustrati hanno letteralmente invaso la nostra casa e insieme ad essa la nostra quotidianità. Nasce in me quindi la voglia di sapere, di studiare e leggere chi sono stati i padri della letteratura dell’infanzia, capire il potere che ha la lettura dai primissimi anni di vita, conoscere tutte le case editrici migliori di libri per bambini e riconoscere un libro di qualità! Gli albi illustrati diventano quindi il mio pane quotidiano e la voglia di entusiasmare genitori e bambini trova spazio nell’ottobre 2018, in una location per bambini di Catania, che accoglie con grande entusiasmo e fiducia il progetto di leggere ai bambini e far conoscere il mondo degli albi ai genitori che lo desiderano. Da quella data mi occupo di organizzare laboratori di lettura animata per bambini 1/3 anni... una fascia di età tanto difficile quanto stimolante, perchè la gioia che si prova ad avere davanti un piccolo uomo di 80 cm che ride, scopre, ti guarda o se ne frega (apparentemente), è inestimabile.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button