fbpx
CronacheNewsPrimo Piano

Autopsia sulla salma di Riina. Chiesto il trasporto del corpo in Sicilia

E’ prevista per la mattinata l’autopsia di Totò Riina, detenuto al 41 bis e morto all’ospedale di Parma alle 3.37 di ieri, venerdì 17 novembre.

Poi presumibilmente la Procura darà il nulla osta per il trasporto della salma in Sicilia.

L’esame medico legale, conferito alle 9.30 dal pm Umberto Ausiello, è nell’ambito di un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti: ipotesi tecnica che consente di svolgere l’accertamento, per fugare ogni dubbio sul decesso del boss di Cosa Nostra.

Oltre a “cause e epoca” della morte, al medico è chiesto di evidenziare “ogni altro elemento che possa risultare utile al prosieguo delle indagini e in particolare la compatibilità tra i segni obiettivi riscontrabili e l’ipotesi eziologica del decesso in atti”.

I familiari di Riina sono stati avvisati, come previsto in questi casi. L’autopsia sarà eseguita nella Medicina legale dell’ospedale, presidiata dalla Polizia penitenziaria e questa mattina da una pattuglia della Guardia di Finanza.

“Ho dei figli minori, non ho niente da dire. Vi denuncio”. Maria Concetta Riina, la maggiore dei quattro figli di Totò, lo ha detto ai giornalisti arrivando insieme all’avvocato Luca Cianferoni alla sezione di Medicina Legale dell’ospedale Parma, dove sarà fatta l’autopsia del padre, boss di Cosa Nostra.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button