fbpx
CronachePrimo Piano

L’autista in nero della moglie del boss prende il Rdc

Sulla carta disoccupato e quindi avente diritto ad usufruire del Reddito di cittadinanza. Ma la realtà era ben diversa: il 50enne, infatti, era autista e “tuttofare” della moglie di un boss.

La scoperta è avvenuta proprio in commissariato. Qui la donna, moglie di un noto detenuto e ritenuto esponente di un clan mafioso, A. L. A. di 65 anni, e anch’essa pregiudicata si è recata in quanto detiene la libertà vigilata. Il suo arrivo dalla Polizia giudiziaria, però, non è passato inosservato. Infatti, alla guida dell’auto che ha accompagnato la donna c’era un 50enne, già gravato da precedenti penali e senza patente.

Effettuati i dovuti accertamenti, i poliziotti hanno scoperto come l’uomo fosse, totalmente in nero, alle dipendenze della famiglia malavitosa già da quattro anni. Nonostante le sue mansioni, il 50enne ha affermato di percepire il reddito di cittadinanza. 

Sull’autista pende attualmente una denuncia in stato di libertà per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato. Inoltre, gli agenti hanno proceduto con il sequestro della macchina mutandolo anche di oltre 6 mila euro.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button