fbpx
LifeStyle

Attenti alla pizza. Ecco perché fa male

 

Solo nel nostro paese si mangiano ogni giorno circa 2 milioni di pizze! Perché gli italiani e non solo amano così tanto sua maestà Pizza? E’ buona e la maggior parte delle volte  il prezzo è accessibile a tutti e mette d’accordo ogni palato.

pizza_600x398
Pazzi per la pizza dunque ma è davvero salutare? In base ad alcune ricerche, la pizza può essere un pericolo per il nostro benessere.
Chi ama la pizza alta, chi sottile, altri ben cotta ma spesso viene servita proprio bruciata! Accade quando il forno non è stato ben pulito e quando la temperatura
risulta troppo elevata. Attenzione perchè in quel caso non state mangiando solo una pizza bensì idrocarburi.

Schermata-2011-03-10-a-10.01.47
La vera pizza si cuoce nel forno a legna, il gusto e l’aspetto, in questo caso è davvero inconfondibile. Occorre però stare attenti perchè la combustione produce del fumo nero che contiene idrocarburi; questi hanno alto potere cancerogeno. La maggior parte delle pizzerie
dichiara di pulire il forno una volta al giorno, alcuni non lo puliscono così spesso ed anche se fosse davvero così, una sola volta non è sufficiente per il numero
di infornate molto elevato che ha in media un locale.

Un-pizzaiolo-mentre-prepara-la-pizza
Sappiamo quello che mangiamo? Alcune pizzerie vendono pizza precotta, surgelata “spacciandola” per fresca; altri locali comprano le basi per pizza direttamente
da alcuni panifici o altre pizzerie non essendo molto onesti con la clientela che spende per mangiare un prodotto fresco e di qualità. Una pizza surgelata posso
mangiarla spendendo pochissimo a casa mia direttamente sul divano perchè dovrei aspettarmi un cibo surgelato, riscaldato e servito?
La pizza surgelata è più un danno che altro. La maggior parte delle marche hanno ingredienti poco salutari e dannosi come l’olio di palma. L’olio di palma contiene il 47% di grassi saturi che come ben sappiamo possono creare problemi al cuore ed alla salute in generale. Occhio all’etichetta!

2014-12-03-15-54-30pizza
La vera pizza napoletana prevede l’utilizzo dell’olio d’oliva ma quanti pizzaioli la preparano davvero così? Molti rispondono di usare per metà olio di semi e metà di olio d’oliva affermando di adottare questa tecnica per la leggerezza perché a quanto pare, usando solo olio extra vergine d’oliva l’impasto risulterebbe troppo pesante. Pesante per le tasche di chi la prepara magari…
A tavola, chiedere l’olio d’oliva è buona abitudine ma attenzione alla sua conservazione a causa dei fenomeni ossidativi può peggiorare le sue qualità se esposto
a luce ed elevate temperature. W l’olio a crudo versato direttamente dalla sua bottiglia con il classico vetro scuro.
La farina più utilizzata in italia è la 00 anche per le pizze. Più è raffinata la farina meno elementi buoni possiede per chi la mangia. Questa farina si ottiene grazie alla macinazione del chicco di grano eliminando così alcuni valori nutrizionali come vitamine, sali minerali e aminoacidi. E cosa resta? Solo amido, ovvero carboidrati semplici ricchi di zuccheri.

9c5d74c4f800957c7141454e9f222bd9f6b4c626_r700_375_5

Pizza d’asporto? No, grazie. Numerosi studi clinici effettuati sui cartoni della pizza hanno rilevato sostanze nocive tanto che alcuni cartoni sono fuori legge ma ugualmente usati in particolare
al sud. Questi cartoni contengono cellulosa riciclata che cede piombo ed altre sostanze tossiche non adatti quindi a contenere alimenti. Molti di questi cartoni
purtroppo sono spesso usati non solo per il trasporto della pizza bensì anche come piatto! Tagliando la pizza inevitabilmente incideremo così anche
il cartone che si sfalderà con il calore e l’umido finendo a contatto con ciò che stiamo mangiando!

Do Not Distract the Pizza Maker

 

Non temete però, la situazione non è poi così grave come sembra, niente rinunce! Basta qualche piccolo accorgimento.

La vera pizza esiste ancora. Diffidate però dalle imitazioni! La riconoscerete subito. E’ preparata con il giusto metodo di lavorazione, con ingredienti freschi e sani.

Decisamente si quindi ad una pizza ben lievitata, cotta in un forno a legna pulito, non bruciata, condita con freschissima mozzarella,pomodoro ed un filo di olio extra vergine di oliva.

Per concludere stasera tutti a cena fuori perché la pizza è buona, fa bene alla salute ed anche all’umore!

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

One Comment

  1. Non facciamo di tutta l’erba un fascio! Non tutte le scatole pizza presenti sul mercato, sono nocive e realizzate senza tenere conto delle vigenti norme italiane. Per esempio noi dello Scatolificio Martinelli Srl, ci impegniamo da sempre, nella produzione di contenitori porta pizza con materiali di prima qualità: cartone micro-onde ad uso alimentare e inchiostri atossici; rispettando alla lettera le normative italiane e cosa più importante, tenendo sempre a cuore la salute dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker