fbpx
PoliticaPrimo Piano

Turismo, natura e sport le priorità degli assessori di Riccardo Pellegrino

Dugo, La Delfa e Ursino si presentano alla città

Giacomo Dugo, Enrico La Delfa, Fabio Ursino e Settimo Daniele Rizzo sono gli assessori designati dal candidato sindaco Riccardo Pellegrino e sostenuto dalla lista Catania nel Cuore.

Abbiamo chiesto ai possibili futuri assessori quale delega vorrebbero ricoprire e quali potrebbero essere le loro priorità in caso di vittoria del loro candidato sindaco. Purtroppo, non siamo riusciti a rintracciare l’avvocato Rizzo.

«Anche se svolgo l’attività di medico, nel mio animo batte un cuore da artista. – ha spiegato La Delfa –  Per questo mi piacerebbe occuparmi di cultura, turismo e spettacolo. La priorità è rendere Catania una meta più appetibile per i turisti, attraverso innanzitutto la destagionalizzazione, con lidi balneari aperti tutto l’anno, eventi, manifestazioni e concerti. Di alto valore strategico anche lo sviluppo turistico dell’area circostante il porto Fondamentale anche la valorizzazione e l’incremento del sistema museale e dei siti archeologici, con l’introduzione di agevolazioni anche per i cittadini meno abbienti».
L’obiettivo è che «Catania venga inserita nel circuito dei percorsi naturalistici e culturali del territorio pedemontano etneo, attraverso sistemi integrati di trasporto»

Spera nelle attività produttive,  all’Ecologia e agricoltura, Giacomo Dugo evidenziando la questione rifiuti. La priorità sarebbe quella di estendere «la differenziata a tutta la città e istituendo degli ecopunti, uno ogni 25 mila abitanti, a gestione privata, che affiancherebbero e non sostituirebbero le attuali isole ecologiche. Gli ecopunti possono accettare frazioni merceologiche dei rifiuti ingombranti che le isole ecologiche non ricevono e possono assumere personale proveniente da cooperative sociali, disoccupati, diversamente abili. Poi incentiverei tra i privati l’accesso ai finanziamenti per l’istallazione dei pannelli solari per l’acqua calda.»
Per l’agricoltura, spiega Dugo, procederebbe «con un censimento di tutte le aree comunali per attivarne l’utilizzo istituendo delle cooperative giovanili. Infine, creerei un mercato giornaliero del prodotto biologico a Km 0 e tracciabile in una struttura comunale».

Fabio Ursino, ex calciatore semiprofessionista e responsabile commerciale di una nota società finanziaria proprietaria di alcuni club sportivi siciliani già nel mondo dello sport, spera di dare un contributo nell’Assessorato allo Sport. «Penso sia fondamentale valorizzare luoghi e strutture che possano consentire soprattutto ai ragazzi di intraprendere l’attività sportiva. – ha commentato – Lo sport è fonte di formazione e crescita personale, trasmette valori fondamentali quali il rispetto e l’aiuto reciproco e insegna la disciplina. L’accesso alle attività sportive dovrebbe essere alla portati di tutti, al di là del livello socio-economico della famiglia di appartenenza.
Per questo penso sia fondamentale che si mettano nuovamente in sesto le numerose strutture sportive di proprietà comunale abbandonate e vandalizzate, così che le associazioni e società sportive senza sede possano trovarvi casa»

DS

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button