fbpx
CronacheNews

Assenteisti: Acireale alla gogna di Quinta Colonna

Quinta colonna” approda ad Acireale, il programma denuncia dei problemi italiani condotto da Paolo Del Dubbio; l’argomento della puntata del 15 febbraio trasmessa da Rete quattro “assenteisti  da nord a sud”; anche gli acesi quindi  non sono stati risparmiati dalla gogna mediatica, da quest’altra figuraccia, perché dopo gettonopoli, 62 impiegati comunali sono stati raggiunti dalle notifiche della Procura della Repubblica di Catania accusati a vario titolo  di assenteismo e truffa.

Il primo cittadino  Roberto Barbagallo accompagnato dall’ avv Enzo Di Mauro  difensore di alcuni imputati ed opiniosta  e dal comandante dei Vigili Urbani Antonio Molino; commentano non senza imbarazzo le domande che arrivano dallo studio; spiega l’avvocato Di Mauro in qualche modo la posizione di degli imputati sui tempi di assenza, sottolineando il diritto giuridico imprescindibile alla difesa; cosi come il comandante dei Vigili Urbani Antonio Molino sottolinea la posizione di uno degli imputati Mario Primavera attualmente  agli arresti domiciliari, specificando che lo stesso da tempo non è più Vigile Urbano ma assegnato agli uffici settore lavori pubblici.

Ancora più imbarazzato il sindaco Roberto Barbagallo:” La prima responsabilità e’ del lavoratore” dichiara ” andremo avanti come suggerira’ la magistratura  pur avendo già  provveduto alla sospensione dei 15 imputati” alla domanda di Del Debbio se il comune si costituirà parte civile , il sindaco rimanda all’avvocato Enzo Mellia noto penalista acese .

Acireale quindi sale alla ribalta della cronaca ancora una volta non per essere ridente cittadina incastonata nella costa della Sicilia orientale tra il mare e l’etna, ma bensì  per misfatti perpetrati a danno dei cittadini.

A tal proposito anche la politica fa sentire la sua voce, dopo il comunicato stampa, al rientro da Roma il deputato di Forza Italia Basilio Catanoso rilascia ai nostri microfoni un’intervista:

“Mi congratulo ancora una volta per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine e dalla magistratura per essere  riusciti a scoperchiare questa cosa, che evidentemente non funzionava, un’altra imbarazzante pagina per la città di Acireale , vergognoso dal punto di vista del rispetto dei cittadini che pagano le tasse,  ma anche per il ruolo nazionale assunto dalla città non più menzionata per cose allegre come il carnevale. Evidentemente si dovrebbe rivedere l’organizzazione di questa nostra bella città di Acireale “.

Ritiene che il sindaco Barbagallo sia sfortunato o inadempiente

“Non ho nulla contro il sindaco ed il problema non è solo suo , ma come è stato detto in conferenza stampa dalla procura c’è un mancata vigilanza e questo è un fatto oggettivo, la mancata vigilanza da parte dei dirigenti per le responsabilità che attengono a loro e dell’amministrazione per le responsabilità di ordine politico, sono due responsabilita diverse che vanno confrontate per capire quale sia il clima, c’è stato qualche  tentativo infantile di buttare la palla fuori campo, parlando del passato  di  spostamenti, cambi di orari , è tutto da dimostrare se fosse meglio prima o dopo, qui si tratta invece di persone che non andavano a lavorare tant’è che l’inchiesta e’ stata effettuata  da febbraio 2015 a marzo 2015, cioè durante questa amministrazione”.

Tra gli indagati ci sono parentele di primo grado con consiglieri comunali 

“Mi attengoa quelle che sono le regole delle  convivenze civili, le responsabilità non sono personali, fermo restando i responsi della magistratura a cui dobbiamo guardare con attenzione e fiducia  , sarebbe bene, per il bene della citta ci fossero consiglieri che lavorano, che poi abbiano parenti che non fanno altrettanto  bene, quello è compito della magistratura,  cio di cui noi ci dobbiamo preoccupare e’ che coloro che sono eletti facciano bene il loro lavoro”.

Pare che dopo Quinta colonna arriverà pure Ballarò

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.