fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Assenteismo tra i dipendenti ‘Sostare’. Indaga la Procura

Assenteismo fra i lavoratori della ‘Sostare’ a Catania. Indagati 16 dipendenti.

Emesso per conto della Procura di Catania un avviso di conclusione indagini per truffa. Il reato contestato dalla Procura a 16 dipendenti dell’azienda Sostare sarebbe quello di assenteismo. Secondo l’accusa i lavoratori avrebbero strisciato i badge per poi allontanarsi dal luogo di lavoro e non solo. Avrebbero anche timbrato i bagde per conto di colleghi non presenti in servizio.

Insomma si tratta di una storia che si ripete e non poche volte. Ricordiamo il caso di Sanremo nel 2015 che fece scalpore, in cui un dipendente, per diverse volte, avrebbe timbrato il cartellino in mutande, altre invece avrebbe addirittura fatto timbrare il badge al figlio, come si evince dalle immagini della Guardia di Finanza.

Senza andare troppo lontano possiamo ricordare il noto caso di assenteismo al comune di Acireale.

Per la Procura i 16 dipendenti indagati avrebbero “indotto in errore l’ufficio contabile sulla determinazione della retribuzione e la società Sostare sull’effettiva esecuzione della prestazione lavorativa” procurandosi “un ingiusto profitto” con “un compenso in realtà non spettante”.

Le timbrature improprie contestate a ciascun dipendente sono comprese tra le 4 alle 42, per un danno stimato per la società Sostare in oltre 2.800 euro.

L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Andrea Norzi del dipartimento Reati contro il patrimonio e l’economia coordinato dall’aggiunto Ignazio Fonzo.

Le indagini sono state eseguite dalla polizia municipale, diretta da Stefano Sorbino. La società è parte lesa.

E.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.