fbpx
PoliticaPrimo Piano

Asec, Notarbartolo punta il dito: “Atti criminali”

Ad utilizzare le Società Partecipate del Comune di Catania per fini politici, Enzo Bianco è stato bravissimo. Sono schifato da questi atti criminali”. I toni del consigliere ex dem Niccolò Notarbartolo non sono mai stati arricchiti da melassa quando si trattava dell’amministrazione Bianco. E ieri sera, nell’ultima seduta consiliare, ne ha dato conferma.

Il cuore dell’intervento di Notarbartolo ha riguardato l’Asec Spa, cioè l’azienda che gestisce la distribuzione di gas nella cittá di Catania raggiungendo oltre 40 mila clienti, attraverso 350 km di rete. Il consigliere ha fatto riferimento a presunte pressioni subite dalla presidente della municipalizzata Francesca Garagliano a causa del mancato rinnovo del contratto dell’ex direttrice generale Giovanna D’Ippolito.

Siamo servi della peggiore politica che voi rappresentate – ha incalzato Notarbartolo – la gestione dell’Asec palesa il vostro approccio amministrativo: fatto di interessi e atti intimidatori”.

Toni che hanno letteralmente rattristato l’assessore Saro D’Agata che ha invitato il consigliere a non utilizzare certe espressioni. “Qui si tratta di etica sostanziale – ha ribattuto Notarbartolo – cioè di fatti, assessore D’Agata, che sono molto più gravi dei miei toni”.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.