LifeStyle

Artigianet, gli artigiani entrano in rete

È stato presentato oggi presso la sede della Cna “ArtigiaNet”, progetto che prevede, nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, la realizzazione gratuita di 500 siti Internet a favore delle aziende artigiane del territorio etneo. Il programma, promosso da Cna Catania, I.T. “Archimede” e I.T. “Stanislao Cannizzaro”, è realizzato grazie alla piattaforma tecnologica fornita dalla Flazio Srl, azienda catanese leader internazionale nel site-building.

Inizialmente, gli studenti appartenenti alle classi del triennio dell’indirizzo Informatica dei due istituti riceveranno una specifica formazione sull’utilizzo della tecnologia Flazio, successivamente si recheranno presso le imprese artigiane, dove, con il supporto dei funzionari Cna, acquisiranno le informazioni e la documentazione necessaria per la costruzione dei siti web. Al termine delle attività, gli esperti della Flazio srl affiancheranno nuovamente docenti e alunni per la messa online dei siti delle aziende beneficiarie.

«Artigianet punta a rendere sempre più saldo il rapporto tra mondo della scuola e mondo del lavoro e intende fornire ai giovani, oltre alle conoscenze di base, quelle competenze necessarie a inserirsi nel mercato, alternando ore di studio a ore di formazione in aula, a ore trascorse all’interno delle aziende, per garantire loro esperienza “sul campo” e superare il gap “formativo” tra scuola e lavoro che spesso caratterizza il sistema italiano», hanno dichiarato le dirigenti scolastiche Fortunata Daniela Vetri e Giuseppina Montella, dell’I.T. “Archimede” e dell’I.T. “Stanislao Cannizzaro”. «Un ulteriore passo avanti nel percorso condiviso negli ultimi due anni tra la Cna etnea e i nostri istituti», hanno proseguito, «e che ha già visto decine di alunni trascorrere centinaia di ore all’interno delle aziende artigiane catanesi».

Di un «progetto ambizioso e virtuoso» ha parlato il segretario della Cna di Catania, Andrea Milazzo, «un programma che mira sia a superare lo scollamento tra mondo del lavoro e mondo accademico, che rende difficile l’inserimento lavorativo una volta terminato il ciclo di studi (e che Cna fronteggia anche in qualità di intermediario del lavoro, attivando tirocini formativi che allungano il rapporto tra i giovani e le imprese, preparandoli e affiancandoli per la stipula di contratti di apprendistato), ma anche a ridurre il gap digitale di tantissime aziende nostrane».

«In Italia», ha proseguito Milazzo, «solo il 34% delle aziende possiede un sito Internet e meno del 30% si avvale dell’online come canale commerciale addizionale. Diversi nostri studi ci dicono però che chi usa strumenti digitali per la promozione ha in media una crescita del fatturato di 5-10 punti superiore rispetto a chi non li usa e una propensione molto più alta all’internazionalizzazione. Con l’aiuto dei giovani, del mondo della scuola e con la competenza e l’esperienza della Flazio Srl vogliamo dar vita a nuova visione del fare impresa. Reinventando l’artigianato e il mondo imprenditoriale con innovazione e digitalizzazione, appunto. I nuovi strumenti per crescere in maniera positiva».

Per Elisa Fazio, fondatrice e amministratore delegato della Flazio Srl, «ArtigiaNet rappresenta un nuovo impulso per l’Italia va Online, il progetto di Flazio.com che punta a colmare il divario tra lo Stivale e la gran parte dei Paesi europei sulla presenza in rete di piccole e medie imprese. Le scuole rappresentano una parte fondamentale per il nostro progetto e la collaborazione con ArtigiaNet rappresenta un nuovo tassello che, partendo dagli istituti, punta a favorire la digitalizzazione di un’Italia fanalino di coda in molte discipline informatiche, addirittura ultima per l’e-commerce. Un percorso pratico dove i giovani studenti, con il “bridge” verso le aziende realizzato grazie a Cna e a un programma già rodato da Flazio, diventano dei veri e propri digitalizzatori, costruendo la presenza online delle imprese grazie al supporto pratico dei tutor aziendali del

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.