fbpx
Cronache

Arsenale sequestrato a San Cristoforo nella notte di Capodanno

Catania – Pensando che il momento propizio per spostare le armi fosse la notte di San Silvestro le ha nascoste in un borsone e, partendo a piedi da Via Villa Scabrosa, nel cuore del popoloso quartiere di San Cristoforo, roccaforte di alcuni clan della criminalità organizzata catanese, stava percorrendo la Via Gramignani quando, una pattuglia del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Piazza Dante, insospettita più per le circostanze di tempo che di luogo, lo ha immediatamente bloccato. I militari, perquisendolo, hanno rinvenuto e sequestrato all’interno del borsone le seguenti armi e munizioni:

  • Un fucile da caccia cal. 12, marca Benelli, risultato oggetto di rapina commessa nell’ottobre del 2014 in danno di un cittadino di Belpasso (CT).

  • Un fucile da caccia cal. 12, tipo doppietta, modificato a canne mozze, risultato clandestino.

  • Una pistola giocattolo riproducente una Beretta cal.92 in uso alle forze di Polizia.

  • 80 cartucce da caccia cal. 12 marca Fiocchi e Imperial.

A finire in manette il 23enne A.A., di Catania, che, accusato di detenzione illegale di armi e ricettazione, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza. Le armi sequestrate saranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli opportuni esami tecnico-balistici che potrebbero stabilirne l’eventuale utilizzo in pregressi episodi criminosi.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button