fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

ARS, ok a registro delle unioni civili regionale

E’ arrivato l’ok dell’aula del Parlamento siciliano alla legge antidiscriminazioni che ha visto il Movimento coordinare, fianco a fianco con le associazioni LGBTI siciliane, i tre ddl da cui è nata la legge.

La legge prevede interventi in materia di istruzione, politiche del lavoro, prestazioni sanitarie e l’istituzione di un registro delle unioni civili regionali per la prima volta in Italia.

Importante soprattutto la parte che garantisce l’accesso, tramite registro, alle strutture ospedaliere a tutti i soggetti che il malato potrà designare, per reperire informazioni sullo stato di salute del degente ed assicurare a questo sostegno psicologico. Allo stato attuale, infatti, questo è consentito ai parenti del paziente, ma non alla compagna o al compagno che, spesso, ne avrebbero maggiore diritto”.

Per l’on. La Rocca (M5S) si tratta di un “grandissimo segnale di civiltà a tutta la nazione, visto che già dal 2007 l’Unione europea ha istituito la giornata contro l’omofobia, invitando i Paesi membri a dotarsi di opportuni strumenti legislativi in materia di discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere”. Il capogruppo grillino Salvo Siragusa si sofferma sull’economia della legge, si tratta di una legge “quasi a costo zero che utilizza principalmente risorse già disponibili e pone la pubblica amministrazione della nostra isola all’avanguardia per la tutela delle minoranze di qualsiasi categoria, caratterizzando la Sicilia come presidio di libertà e civiltà nella tutela dei diritti della comunità LGBTI”.

Dalla deputata La Rocca arriva una precisazione relativa alla diatriba “elenco” o “registro” delle unioni civili.

“E’ corretto evidenziare – dice – che lo stesso non intende modificare lo status giuridico del cittadino, poiché sappiamo tutti essere competenza statale, la funzione di questo strumento è quindi circoscritta a quelle che sono le finalità della legge, quindi ciò che è di competenza regionale”.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker