fbpx
CronachePrimo Piano

Arriva l’ok del Governo: dal 18 maggio aperti bar, ristoranti e parrucchieri

Bar, ristoranti, parrucchieri e negozi al dettaglio: il 18 maggio si alzano le serrande per i commercianti in tutta Italia. 

L’accordo arriva al termine di una conferenza stampa avvenuta ieri sera tra i governatori e l’esecutivo, alla presenza del premier Giuseppe Conte e dei ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia. Il “via libera” del governo, però, sarà affiancato da regole generali valide per tutti e differenziazioni territoriali che seguiranno l’andamento della curva del contagio.

Non si esclude, infatti, la possibilità di una nuova chiusura qualora dovesse esserci un incremento dei contagi.

Linee guide per ripartire in sicurezza

Per riaprire, tutelando la salute dei cittadini, il Comitato tecnico scientifico sta elaborando un protocollo di sicurezza valido per la ristorazione, per i servizi alle persone ma attenzionando anche il settore balneare.

Certamente ogni cosa cambierà. Tavoli distanziati di almeno 2 metri significa una riduzione di coperti, come dovremmo abituarci ad essere serviti da camerieri in guanti e mascherina. Un calo drastico avverrà anche nelle spiagge, dove i posti sotto l’ombrellone saranno ridotti.

Le linee guide saranno probabile diffuse giovedì, in concomitanza con l’uscita dei dati ufficiali sul monitoraggio di questi primi 10 giorni di allentamento delle restrizioni.

La Sicilia, portavoce delle riaperture anticipate

Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, si era sempre schierato a favore di una riapertura anticipata delle attività.

«L’esempio del ponte Morandi di Genova non deve restare in Italia l’eccezione ma deve diventare la normalità, se vogliamo anche in Sicilia accelerare la spesa pubblica e la riapertura dei cantieri».

La necessità dei commercianti al dettaglio, insieme alle istanze degli acconciatori siciliani e operatori turistici, è sempre stata una priorità per Musumeci che, adesso, auspica di ricevere i protocolli di sicurezza già nelle prossime ore. Sulla mobilità interregionale, infine, il presidente della Regione ha espresso la volontà di mantenere fino al prossimo 31 maggio la chiusura degli accessi all’Isola.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker