fbpx
PoliticaPrimo Piano

Arcidiacono e Caserta, dietrofront su Abramo. Ipotesi Pogliese?

Chi si aspettava una presa di posizione, una discesa in campo a favore di Emiliano Abramo – candidato a sindaco di Catania – resta deluso. Il tema del giorno è un elenco di proposte, ma sullo sfondo resta la questione politica: alle prossime amministrative, chi riceverà il sostegno del duo Maurizio Caserta-Sebastiano Arcidiacono?

Sembra sempre più chiaro che destinatario di “quell’incoraggiamento”, in termini elettorali, non sarà il presidente regionale della Comunità di Sant’Egidio. La sua proposta civica, a detta di molti, peccherebbe di aver cercato il sostegno di diverse sponde politiche. Quindi che, da un lato, di civico avrebbe ben poco. Dall’altro, che “chi fa politica senza definizioni non convince”. Stoccata, quest’ultima, a firma dell’ever-red Pierpaolo Montalto che così ha archiviato la possibilità di un sostegno di Potere al Popolo a favore di Abramo.

Dunque, la domanda è lecita: se non verso Enzo Bianco (a cui il vicepresidente del Consiglio Comunale Arcidiacono fa una ferma opposizione da tempo) e non a sostegno di Abramo, verso chi confluirà l’impegno dei due professori con la passione per la politica?

La logica porterebbe al nome di Salvo Pogliese, eurodeputato e candidato sindaco in quota Forza Italia. Ma Arcidiacono smentisce, o meglio, ci tiene a precisare che “è tempo di discutere temi per Catania”. È solo con questo obiettivo che, stamattina, Arcidiacono e Caserta hanno chiamato a raccolta le forze amiche nell’aula consiliare di Palazzo degli Elefanti.

Guidare il cambiamento, parlare di ricostruzione, avanzare azioni concrete di cui la città ha bisogno. Chi le sposerà? Forse, entrambi i candidati. Chi le realizzerà? È questa, di certo, la domanda principale. Dal commercio al lavoro, dal disagio sociale alla ricostruzione della città in sicurezza, dal nuovo piano regolatore all’adeguamento anti-sismico, sono tanti i temi sul piatto da proporre a chi si vuole candidare.

Ma alla fine, la curiosità resta: cosa faranno Arcidiacono e Caserta alle prossime elezioni? Niente sembra ancora stabilito e Arcidiacono non esclude la possibilità di saltare un giro. Nel frattempo, a non far sembrare così inverosimili le voci di corridoio che li vorrebbero vicini a Pogliese, in aula consiliare, ci sono loro. Oltre al mondo associativo, sportivo, sindacale, si vedono quasi esclusivamente consiglieri del centrodestra.

Tutto è ancora in equilibrio. Forse. Ma una cosa è certa: l’impegno di Arcidiacono e Caserta per la città vuole restare in prima linea. In che forma, lo vedremo.

Mostra di più

Serena Di Stefano

Versatile, volubile e più frizzante della Citrosodina, se fossi un sapore sarei di certo il sale: piacevole solo se a piccole dosi. Orientamento religioso-ideologico-politico-culturale: Pier Paolo Pasolini. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Editoria e Scrittura, ho fatto due scelte che mi ero detta “non avrei mai compiuto”: tornare a Catania e fare giornalismo. A occhio e croce, il mio vocabolario fatica a legittimare le parole “mai” e “sempre”, per tutto il resto però c’è il “Sinonimi e contrari” sul comodino. Promemoria per la scrittura: scrivere soltanto notizie vere, utili e imparziali. Promemoria per la vita: sorridere e ringraziare.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button