fbpx
NewsPoliticaPrimo Piano

Approvato il Salva Catania all’ARS, i nomi di chi ha voltato le spalle ai catanesi

Approvato l’emendamento che accorda al Comune etneo 40milioni di euro, restituibili in cinque anni, per fronteggiare il dissesto e pagare gli stipendi dei dipendenti

Ecco chi ha votato a favore e chi si è dato per assente alzando il tesserino.

Favorevoli

Amata (FDI), AricòDB), Assenza (DB), Bulla (UDC), Calderone (FI), Cannata (FDI), Caronia (MISTO), Catalfamo (FDI), Compagnone (PA), Cordaro (PA), Di Mauro (PA), Falcone (FI), Gallo (FI), Galluzzo (DB), Galvagno (FDI), Gennuso (PA), Genovese (OS), Grasso (FI), Lagalla(PA), La Rocca Ruvolo (UDC), Lentini (FI), Lo Giudice (MISTO), Mancuso (FI), Miccichè (FI), Musumeci (DB), Papale (FI), Pellegrino (FI), Pullara (PA), Rizzotto  (OS), Savarino (DB), Savona (FI), Turano (UDC), Zitelli (DB).

Assenti

Arancio (PD), Barbagallo (PD), Cafeo (PD), Campo (M5S), Cancelleri (M5S), Cappello (M5S), Catanzaro (PD), Ciancio (M5S), Cracolici (PD), D’Agostino (Sicilia Futura), De Domenico (PD), De Luca (M5S), Di Caro (M5S), Di Paola (M5S), Dipasquale (PD), Fava (Misto), Foti (M5S), Gucciardi (PD), Lo Curto (UDC), Lupo (PD), Mangiacavallo (M5S), Marano (M5S), Pagana (M5S), Palmeri (M5S), Pasqua (M5S), Sammartino (PD), Schillaci (M5S), Siracusa (M5S), Sunseri (M5S), Tancredi (M5S), Trizzino (M5S), Zafarana (M5S), Zito (M5S).

Assente perché in congedo l’on Ragusa (FI).

 

“A dispetto dei tanti che non ci credevano, questa sera l’Ars ha approvato la legge Salva Catania. Portiamo a casa un risultato prezioso e vitale per la città, un impegno preso e mantenuto da Forza Italia che consentirà all’ente comunale dissestato di rialzare la testa e ritrovare serenità”.

L’annuncio arriva da Marco Falcone, commissario di Forza Italia per la provincia di Catania, dopo la votazione di oggi, a Palazzo dei Normanni, dell’emendamento che accorda al Comune fino a quaranta milioni di euro di anticipazione, restituibile in cinque anni, utile a fronteggiare il dissesto dell’ente e a pagare gli stipendi dei dipendenti.

“Forza Italia – prosegue Falcone – ha prontamente recepito il grido d’aiuto del capoluogo etneo, facendo seguire alle parole quei fatti di cui Catania non poteva fare a meno. Il dissesto del Comune è un banco di prova che la politica deve affrontare andando oltre le divisioni, non una partita da giocare a soli fini di propaganda”.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.