Cronache

Appello per Stefano, “Servono donatori di midollo osseo”

Una gara di solidarietà, ma che dovrebbe essere la norma. Il web si è mobilitato per Stefano Scandurra, 38 anni, di piombino, non per un gioco o un concorso ma per salvargli la vita. Stefano, infatti, ha una grave forma di leucemia diagnosticata da pochi mesi e, parenti e amici hanno chiesto aiuto al web attraverso la pagina #iostoconstefano.

Il popolo virtuale non si è fatto pregare e la pagina ha già più di 13mila iscritti.

Per diventare donatori di midollo osseo è opportuno prenotarsi presso una sede ADMO e successivamente presentarsi, senza impegnativa medica, presso un Centro trasfusionale che aderisce al progetto (normalmente dove si dona volontariamente il sangue), per sottoporsi al prelievo di un campione di sangue come per una normale analisi e firmare l’adesione al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo.
I risultati delle analisi verranno poi inseriti in un archivio elettronico gestito a livello regionale e a livello nazionale.
In seguito al riscontro di una prima compatibilità con un paziente, il donatore sarà chiamato a sottoporsi ad ulteriori prelievi, sempre di sangue, per definire ancora meglio il livello di compatibilità e solo se si è compatibili al 100% con qualcuno che ha bisogno di un trapianto allora si passerà alla donazione vera e propria.
Per trovare la sede ADMO più vicina: http://www.admo.it/admomaps/

I requisiti sono molto semplici:

bisogna avere età compresa tra i 18 e i 35 anni e un peso superiore ai 50 Kg;
Chi ha fatto tatuaggi o piercing o interventi deve attendere 4 mesi:
Dopo il parto invece l’attesa è di un anno.
Il limite massimo di età per la donazione varia secondo la regione

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.