fbpx
Psiche e Società

Apparenza. L’apparenza inganna

Apparenza. Le apparenze ingannano spesso e tra proverbi e detti siciliani lo sappiamo, ma nonostante ciò certe volte cadiamo in questa “trappola”.

Se esaminiamo questa frase appena scritta possiamo identificare diversi aspetti delle apparenze.

Vediamone alcuni:

Apparire per difendersi dal giudizio altrui

Apparire quello che non siamo ci aiuta anche a nascondere una parte di noi che consideriamo non adeguata, privata, o semplicemente abbiamo timore di essere giudicati aspramente dall’altro.

Esempi pratici ne abbiamo molti, dal nascondere la propria preferenza sessuale all’evitare di dire la propria opinione per non rischiare di ferire o essere feriti.

Negare la propria natura ha effetti devastanti sul proprio equilibrio psichico, poiché a lungo andare non capiamo più quali sono i nostri desideri, cosa sentiamo e cosa sia più giusto per noi.

Le nostre emozioni perdono di significato, poiché abbiamo perso la nostra soggettiva ed intima chiave di lettura dell’esperienza che viviamo.

Se non sappiamo che cosa vogliamo, come viviamo la nostra vita?

Non ci rimane altro che focalizzarsi su quello che la società, la nostra famiglia si aspetta da noi.

Usando l’apparenza come difesa, rischiamo di vivere un’esistenza sempre al limite, piena di sforzi e sacrifici.

Senza, però, arrivare ad un completo senso di appagamento, non siamo soddisfatti ne di noi ne della nostra vita non capendone chiaramente il motivo.

Come se quello che facciamo non fosse mai abbastanza, è come correre sul tapis roulant, corri, ma non vai da nessuna parte, corri lo stesso hai una buona forma fisica, acquisisci esperienze, ma se non sai cosa farci paradossalmente rimani fermo.

Perché ci mettiamo in queste “100 messe”?

Il perché ognuno ha la proprio storia personale e per questo le proprie ragioni che posso essere discusse anche con uno psicologo psicoterapeuta allo scopo di cambiare questa dinamica.

Altro aspetto da considerare è l’altra faccia della medaglia, ovvero, quello che noi vediamo negli altri.

“Fatti la nomina e o cucchiti”

Il pregiudizio che abbiamo ci rende ciechi verso l’essenza dell’altro, ovvero, come se conoscere solo un aspetto di quella persone ci faccia generalizzare su tutto quello che la riguarda.

Sicuramente è una cosa reciproca, ma se ne siamo consapevoli, saremo anche più disponibili non solo  cambiare idea, ma anche ad ampliare la visione che abbiamo dell’altro.

Che cos’è l’oggetto in foto?? fammelo sapere sul mio Instagram @angelaiintelisanoo seguimi e anche la pagina @lurlo

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker