NewsPolitica

Anche Albanella affonda la legge elettorale

E mentre a Roma è caccia ai franchi tiratori che oggi hanno affossato la legge elettorale, ad un attento osservatore non sfugge un puntino verde e isolato interno alla maggioranza che ha votato contro le indicazioni di partito. La votazione avrebbe dovuto essere segreta ma il tabellone per un attimo ha mostrato con chiarezza chi del cosiddetto “patto a 4” aveva “tradito”.

Quel puntino verde è la catanese onorevole della corrente orlandiana del PD Luisa Albanella. Nei fatti lei ha votato a favore dell’emendamento che in quel caso riguardava l’applicazione della riforma anche nei collegi elettorali del Trentino Alto Adige.

18985289_1451339488264913_1165803960_n

Raggiunta telefonicamente l’onorevole ha parlato di un errore dettato dai tempi stretti, lei ha votato a favore dell’emendamento ma non sarebbe stato nelle sue reali volontà, così almeno dichiara «Non ci hanno dato il tempo di modificare, spesso capita di sbagliare e di poter rettificare il voto ma in questo caso non c’è stato modo – spiega – tra l’altro io non ero neanche interessata. Piuttosto, lo ammetto, io avrei votato l’emendamento di un mio collega che era quello per la delega al governo per modificare i colleggi che sono bloccati al 1993. La vera botta è arrivata dopo, quando con lo scrutinio segreto i colleghi del Pd hanno votato contro indicazione».

L’albanella cade nella trappola del voto poi palesato o sbaglia semplicemente? Comunque sia, giorni addietro così scriveva dal suo profilo facebook lasciando intendere di non essere proprio a favore di questa legge elettorale

La Fretta è cattiva consigliera! Stiamo varando una legge elettorale che i vertici del PD e i suoi tantissimi portavoce dichiarano non essere quella nostra, ma là si è voluta trattando uno scambio legge/elezioni, con Berlusconi, Grillo e Salvini. Non si sono neanche rivisitati i collegi uninominali, risalenti al 1993, più di due censimenti fa. Tutto questo per fare prestissimo e non affidare al Governo la stesura con apposita delega.

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.