fbpx
CronacheNews in evidenzaPalermo

Anas a lavoro con uomini e mezzi per ripristinare i collegamenti interrotti a causa delle incessanti piogge

Quarantotto ore di lavoro incessante per gli uomini dell’Anas per rimuovere fango e detriti da moltissime strade della regione al fine di ripristinare la regolare transitabilità: in particolare i maggiori disagi, causati dagli smottamenti ed esondazioni di fiumi e canali dovuti alle incessanti piogge che nella giornata di ieri hanno interessato la regione, si registrano lungo la strada statale 121 “Catanese”, chiusa tra Marianopoli, in provincia di Caltanissetta (km 153,300) ed Alia, in provincia di Palermo (km 188,000).

E’ stata riaperta al traffico, invece, con restringimenti di carreggiata, la strada statale 189 “della Valle del Platani” (itinerario Palermo-Agrigento) chiusa durante la notte di ieri, sempre a causa di smottamenti dovuti al maltempo, tra Lercara Friddi, in provincia di Palermo (km 7,500) ed il bivio per Cammarata (km 23,500).

Chiuso al traffico provvisoriamente anche un tratto della strada statale 186 “di Monreale”, dal km 10,600 al km 15,800, dove prosegue incessantemente il lavoro dell’Anas per liberare l’arteria stradale da fango e detriti.

Interrotto al traffico anche un tratto della strada statale 188 “Centro Occidentale Sicula”, dal km 141,000 (località Prizzi) al km 157,400 (località Lercara Friddi), sempre in provincia di Palermo, a causa di un allagamento.

Disagi infine anche lungo la strada statale 119 “di Gibellina”, sempre a causa di smottamenti, chiusa tra il km 27,000 e il km 35,000, ovvero tra Alcamo e Santa Ninfa, in provincia di Trapani.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button