fbpx
CronacheSenza categoria

Amt, la Fast Confsal risponde a La Rosa

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Fast Confsal in merito alla questione Amt e alle parole del presidente della società Puccio La Rosa

”Al fine di restituire all’opinione pubblica il resoconto dei fatti che stanno determinando elementi di fortissima divergenza tra Fast/Confsal e Amt/Spa di Catania, sulla scorta anche delle argomentazioni sviluppate sulla questione dal Presidente La Rosa, è mio dovere, nella rispettiva qualità, stigmatizzare quanto appreso meglio specificato. – scrive Giovanni Lo Schiavo, segretario provinciale dell’organizzazione Sindacale

Le OO.SS. e i vertici della partecipata, da circa due anni, hanno condotto una trattativa, finalizzata al raggiungimento di un accordo quadro di secondo livello, applicato all’unità produttiva, tale da poter riconoscere al personale dipendente il c.d. Premi Oscar di Risultato e far sì che nel contempo la Società ne avesse un ritorno i nomi termine di produttività.

A tale fine, durante tutto il periodo intercorso dal 2016 e fino a giorno 26 marzo 2018, data nella quale si è tenuto l’ultimo incontro, si sono svolte una quantità di riunioni , tendenti al raggiungimento di tale importante obiettivo, riunioni sviluppatesi anche in presenze Socio Unico rappresentato dall’Assessore al Bilancio del Comune di Catania, con delega alle Partecipate nonché in presenza anche del C.d.A

La nostra O.S. , g. 11 aprile u.s., ha sollecitato il Presidente della Partecipata a convocare una ulteriore riunione per il proseguo della trattativa in corso, ma nonostante ciò, inaspettatamente, lo stesso Presidente della Società, in data 17 aprile comunicava alle OO.SS la decisione di chiudere con esito negativo la trattativa avviata per l’eventuale stipula di un accordo d’inverno secondo livello, mentre nel contempo ha riaperto il tavolo di trattativa ai sensi e per gli effetti dell’art. 4CCNL 28.11.2015 escludendo la Fast/Confsal con la subdola scusante di non essere l’amore stessa firmataria de, Contratto collettivo d’inverno lavoro;

In considerazione della suddetta determinazione, peraltro, assunta unilateralmente da parte della Società la O.S. Fast/Confsal in pari data comunicava l’indizione dello stato di agitazione del personale, a tutela e a salvaguardia del sano è superiore interesse dei lavoratori che dopo due anni hanno visto tradite e disattesele proprie legittime aspettative.

Stante tutto quanto sopra premesso, esposto è considerato, la scrivente ha inteso attivare la procedura di raffreddamento prevista dalla vigente Regolamentazione Provvisoria di cui all’art.2 lett. D) seconda fase dellaprocedura – delibera n.18/01 – che disciplina la materia sul diritto d’inverno sciopero , propedeutica alla proclamazione dello stesso”

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.