fbpx
NewsPolitica

Amministrative Misterbianco: quattro candidati, due generazioni

Quattro candidati, due generazioni a confronto. Maria Antonia Buzzanca, Marco Corsaro, Nino Di Guardo e Giuseppe Di Stefano sono ufficialmente i candidati al ruolo di sindaco della città di Misterbianco e già dividono l’opinione della città. Dei quattro, quello con meno esperienza politica potrebbe essere il pentastellato Giuseppe Di Stefano, poichè Marco Corsaro, nonostante la giovane età, vanta un curriculum politico di tutto rispetto. Su una cosa i tre avversari del sindaco uscente Di Guardo sono d’accordo: allontanarsi il più possibile dalla sua scia.

La professoressa Maria Antonia Buzzanca, durante la conferenza di presentazione della sua candidatura, ha addirittura definito il sindaco uscente come il “disastro Di Guardo”. Sostenuta da Forza Italia, con la benedizione del coordinatore provinciale Salvo Pogliese e del senatore Vincenzo Gibiino, può contare sull’appoggio di 5 liste civiche.

Mentre Forza Italia sostiene la Buzzanca, dall’altro lato Fratelli d’Italia sostiene Marco Corsaro con la sua lista civica Guardiamo Avanti, con le simpatie anche dell’assessore al turismo Barbagallo e di Alternativa popolare. Ad appoggiare l’ex vicesindaco, sei liste civiche: “La Voce di Misterbianco”, “Bene Comune”, “Noi per Misterbianco”, “Misterbianco per Domani” e “Liberi e Forti per Misterbianco”. Il 32enne potrebbe seriamente mettere in difficoltà il sindaco Di Guardo poichè abbraccia una visione giovane con l’esperienza sul campo.

A lui si contrappone quello che di esperienza ne ha da vendere in campo politico: il sindaco Di Guardo. 74 anni e non sentirli per la politica. Gode dell’appoggio di Carmelo Santapaola, Luca Sammartino, Aldo Parrinello e Valeria Sudano, oltre che di otto liste, un po’ meno del centrosinistra e del Pd, il cui circolo ormai a Misterbianco non esiste più. Per anni sindaco della città, parte di Misterbianco si identifica con lui anche se non sono mancate le polemiche tra discariche e “sbirri”.

A chiudere il quadrato, il 29enne informatico Giuseppe Di Stefano, candidato con il M5S. Lui, naturalmente, farà leva sulla voglia di cambiamento dei volti della “vecchia” politica, su coloro i quali vorrebbero vedere persone nuove al consiglio comunale. E chissà che anche il comitato No Discarica, fino ad ora in bilico sulla sua posizione, non scelga la strada dei pentastellati.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker