fbpx
EditorialePoliticaPrimo Piano

Amministrative 2018, il giorno dopo

I risultati di questa tornata elettorale ricalcano un assioma politico spesso sottovalutato. Le elezioni amministrative seguono un trend diverso rispetto alle elezioni nazionali, e la dimostrazione è tangibile oggi a urne chiuse con la pubblicazione dei sindaci eletti nei comuni chiamati al voto. Tuttavia, influisce sull’andamento generale della politica sullo stivale.

Trend nazionale

Il sondaggio realizzato dall’Istituto SWG parla chiaro. Lega ed M5S, tra il primo e il secondo turno, sono in crescita. Resta stabile il Partito Democratico mentre scendono Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Trend regionale siciliano

Il centrodestra vince quando unito. La Lega senza gli altri partiti non ha i numeri per risultare vincente in solitaria. Tra i casi più lampanti, il comune di Adrano, feudo leghista, che di fatto è stato detroneggiato dal civismo. La “prova del 9” si ha con Partinico dove al ballottaggio si sono ritrovati faccia a faccia i due candidati sindaci di centrodestra ma, ad avere la meglio, il candidato sostenuto dall’area compatta senza la Lega che ha perso nel confronto diretto. Scelte di partito, antecedenti al commissariamento del leader leghista che dalla precedente gestione sul territorio regionale ha ereditato un partito ridotto in brandelli.

Il centrodestra perde quando non è radicato sul territorio. Tra le sconfitte più eclatanti, il ballottaggio a Messina e Siracusa. Nel primo caso ha avuto la meglio il civismo destrorso rincarato da un’ottima strategia di comunicazione che ha convinto i messinesi. Nel secondo caso, invece, ha vinto il civismo legato all’area di sinistra già ben radicata al civico consesso e sul territorio. A riprova dell’importanza di avere una presenza costante che attribuisca credibilità e consenso elettorale, la vittoria a Ragusa del candidato sostenuto da Fratelli d’Italia che per questa competizione ha preferito staccarsi dal candidato sostenuto dagli altri partiti della stessa area. Nella provincia di Ragusa, Fratelli d’Italia ha una presenza talmente forte da potere camminare senza vincoli. E vincere, anche se l’avversario è il temutissimo Movimento 5 Stelle.

Il M5S raccoglie quel che semina

Il movimento grillino ha collezionato un vero e proprio disastro con queste amministrative. Sul territorio nazionale, in oltre 700 comuni chiamati al voto, ha conquistato solo 9 sindaci e un capoluogo di provincia, cioè Avellino, perdendo nell’unico capoluogo dove un sindaco lo aveva: Ragusa.
Dopo l’onda anomala tinta di giallo che ha imperversato la Sicilia alle nazionali, in molti si aspettavano risultati più soddisfacenti, ma su 135 comuni chiamati alle urne per il rinnovo del civico consesso in Sicilia, conquistano solamente Pantelleria, una splendida isola trapanese di 7493 anime, e la gioviale Acireale in provincia di Catania.

Sinistra rianimata

Con queste amministrative la Sinistra inizia a dare segni di vita. Con il depauperamento causato dalle dissidenze interne alla comunità pentastellata dovute principalmente all’accordo e alla linea politica del governo centrale, interi plotoni ritornano in casa rossa. Infatti, sul territorio regionale siciliano, è stato predominante lo scontro diretto tra destra e sinistra, più o meno celato da liste civiche. Bandiere utili per convincere l’elettorato che non nutre più alcuna fiducia nei partiti di sinistra, o presunta tale. Un passo avanti che permetterà all’area di sinistra, sia in Sicilia che sul territorio nazionale, di ricompattarsi se non commetterà gli stessi errori di un recente passato.

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker