fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

Amministrative 2015: perchè la corsa a Tremestieri è così calda?

6 o 7 candidati a sindaco per un comune tutto sommato neanche grande, una serie indistinta di colpi bassi ed una moltitudine di operazioni sotto banco non prive di una certa pressione. Sul piatto c’è la poltrona da sindaco di Tremestieri Etneo.

Un comune dove c’è un debito lasciato dalle amministrazioni precedenti di oltre nove milioni, l’ultimo sindaco Ketty Rapisarda è durata in carica poco più di due anni e andava a sostituire il marito Nino Basile che non era riuscito a completare il suo mandato perchè scomparso prematuramente. Tremestieri quindi non è amministrata veramente da anni.

Il piano regolatore è stato adottatto ma ci sono in ballo varianti che negli ultimi tempi sono state adottate senza neanche fare troppo “rumore” con delle semplici conferenze di servizio.

Tremestieri prima era il comune delle case in cooperativa, ne sono sorte tantissime, ora gli interessi si sono spostati sul piano commerciale.

Supermercati e ipermercati a non finire: il centro commerciale Ginestre, con ipercoop; Conad; Sma; Simply; Decò, gruppo Arena; Aligrup; Eurospin. Numerosi ma evidentemente non abbastanza per un comune di 20.000 abitanti se ancora si pensa a farne nascere altri. A Canalicchio, proprio accanto agli uffici dell’ex provincia, con una modifica al piano regolatore che prevedeva un vincolo che faceva divieto di costruire è stata cambiata la destinazione d’uso dei terreni per permettere la realizzazione di ben due supermercati. Pare che la zona interessata costituisse l’unico vero polmone verde di Canalicchio. La società che si intesta i lavori farebbe capo ad un ex consigliere comunale.

La vocazione del comune pedemontano è allora divenuta prettamente commerciale, un pò troppo forse.

Poi c’è un nodo, una questione di cui pochi parlano ma che verrà presto discussa alla Regione presso la Commissione Territorio ed Ambiente. Si tratta dell’opera incompiuta della fognatura, lavori inziati e ben retribuiti ma mai finiti.

6 o 7 candidati per una poltrona molto interessante a quanto pare e questo era solo la punta dell’iceberg.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker