CronacheNews

Allontanata dalla posta perché allattava al seno

Una storia di pregiudizi ed esclusione quella che ha come protagonista una giovane mamma. La donna si è vista allontanare dall’ufficio postale di Biella, dove si era recata per un servizio, perché stava allattando al seno il suo piccolo di tre mesi che piangeva affamato.

A vietare il gesto così naturale è stata proprio la direttrice che le ha ribadito più volte come, in quel luogo, si potesse dare da mangiare ai neonati esclusivamente con il biberon ma non al seno. La giovane mamma è quindi andata via, indignata,e ha lanciato il suo sfogo su Facebook, immediatamente condiviso da mamme e sostenitori.

Anche il ministro Madia, venuta a conoscenza della vicenda, si è espressa a sostegno delle mamme.

Ma noi ci chiediamo come sia possibile che nel 2017 un gesto d’amore e del tutto naturale come quello di allattare sia visto come poco dignitoso. Comprendiamo la voglia di pudore, decenza e intimità che in ogni individuo è personale, ma i tre elementi spesso svaniscono solo guardando la TV e nessuno si indigna di seni e fondoschiena mostrati a milioni di telespettatori. È la malizia negli occhi che vedono in quel seno che da vita a far gridare allo scandalo.

La donna ha quindi diritto di allattare in pubblico, con tutta la riservatezza che le conviene, così come è diritto di chi non approva quello di voltarsi dall’altra parte.

Inviate le vostre foto a sostegno dell’allattamento perché nessuna donna debba essere più privata di questa possibilità in pubblico.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.